Blog

Insegnare Inglese ai Bambini

Didattica dell'Inglese

Glottodidattica: come insegnare l'inglese efficacemente?

E’ ormai largamente riconosciuto che il bambino apprende in fretta le lingue, tuttavia è bene soffermarsi per capire quale è la modalità veramente efficace per insegnare inglese ai bambini.

Sono 12 anni che eroghiamo corsi di inglese per bambini e abbiamo osservato che i bambini reagiscono bene ad alcune modalità di insegnamento dell’inglese, che assecondano una modalità naturale di apprendere le lingue e che fanno leva sulla loro motivazione.

Invece, un insegnamento estraneo ai meccanismi innati di funzionamento del cervello linguistico e condotto in modo anaffettivo, può non sortire alcun effetto, anzi essere controproducente perché crea un brutto rapporto con l’inglese, percepito non come una lingua ma come una materia scolastica.

Pertanto, quando si iscrive un bambino ad un corso di inglese, è bene chiedere precisamente che cosa sarà fatto a lezione e quali sono le linee guida della scuola. Una scuola di lingue senza precise linee guida è una scuola che si affida interamente alla bontà dei suoi insegnanti. Questo non è un principio sbagliato, ma è chiaro che in questo caso l’efficacia del corso di inglese sta tutto nella fortuna di capitare con l’insegnante “giusto”.

Noi, come scuola di inglese, puntiamo invece moltissimo sulla formazione degli insegnanti, perché abbiamo linee guida assai solide e condivise e perché riteniamo che avere insegnanti formati, teoricamente e praticamente, sia estremamente importante per mantenere standard di insegnamento costantemente alti e affidabili.

Ci sentiamo così sicuri della bontà del nostro training per insegnanti da essere diventati una Scuola di Formazione per insegnanti di inglese, che eroga corsi di riqualificazione e aggiornamento per insegnanti della scuola di infanzia e primaria, basati sulla glottodidattica ludica e sul metodo comunicativo adattato ai bambini.

Per noi, avere un metodo di insegnamento dell'inglese per bambini non significa avere un programma predefinito da presentare a tutti i piccoli studenti. E' a nostro avviso importante sapere personalizzare la lezione di inglese perché ogni bambino è diverso.

Ciò che fa una buon corso di inglese, non è avere un buon manuale da seguire: bensì avere un buon metodo per interpretare i bisogni del singolo bambino e delle linee guida per creare un programma giusto per lui.

IL “NATURAL APPROACH” E LA SUA APPLICAZIONE NEI CORSI DI INGLESE PER BAMBINI

 

lezioni di inglese per bambiniCome Scuola di Lingue, ci riconosciamo nel metodo comunicativo e nell’approccio umanistico-affettivo descritto dal grande linguista statunitense Stephen Krashen.

Noi crediamo che sia importante, nella pianificazione delle lezioni di inglese per bambini:

•    Creare una motivazione di tipo affettivo: un rapporto di amicizia, complicità ed affetto con l’insegnante è la rima molla ad imparare.
•    Creare dei corsi di inglese con una metodologia che tenga conto dei meccanismi naturali dell’apprendimento naturale delle lingue nell’infanzia (ripetizione spaziata, risposta gestuale, insegnamento per frasi e non per singole parole, gioco educativo)
•    Creare dei corsi di inglese che permettano la crescita costante, ma controllata del bagaglio dello studente (Krashen lo chiama “+1”, ovvero la creazione di un programma che aggiunge un input per volta, che si renda comprensibile e significativo nel contesto senza bisogno di traduzione. La creazione di un programma basato sulla Language Aquisition Theory  di questo tipo richiede esperienza e molto lavoro da parte dell’insegnante, soprattutto per i bambini piccoli e i principianti, ma è fondamentale per la creazione delle abilità linguistiche)
•    Creare dei corsi di inglese che permettano partecipazione attiva da parte dello studente. Il grande demerito delle lezioni frontali è limitare l’utilizzo da parte degli studenti della lingua, ma la conoscenza linguistica si consolida solo attraverso l’uso. Krashen raccomanda la forma dialogica, per quanto semplice, come strumento della lezione. Per questo, nelle nostre lezioni il gioco ha spesso la forma di simulazioni e giochi di ruolo.

 

 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.