Blog

Il periodo silente: che cosa è?

Il "silent period": la fase passiva e la fase attiva nell'acquisizione linguistica

Oggi ho avuto modo di parlare con alcune mamme che avevano iscritto i propri bambini alla scuola bilingue, e mi sono trovata a dovere spiegare alcuni fatti del bilinguismo. Ho pensato quindi di rispiegarli brevemente qui, perché a mio avviso sono consapevolezze molto utili a quelle famiglie che scelgono per i propri bambini il difficile (ma gratificante) percorso dell'educazione bilingue.

Che cosa è quindi il "periodo silente" (o la "fase silente"?)

E' quella fase in cui il bambino ingrandisce e consolida il proprio vocabolario passivo, arrivando ad una comprensione (dapprima globale e poi via via sempre più dettagliata) degli enunciati orali in lingua, ma ancora non produce (non parla ) in lingua.

E' quella fase che ogni genitore ha vissuto con il proprio figlio, quando ha notato che capiva le sue richieste (perché rispondeva con il suo comportamento) ma nella quale non era ancora in grado di parlare.

Nell'apprendimento della lingua straniera accade la stessa cosa: prima il bambino ingrandisce e consolida la propria comprensione ed il proprio bagaglio (lessicale e grammaticale) passivo, solo successivamente arriva ad enunciare spontaneamente parole e frasi.

Quando il vostro bambino intraprende lo studio di una nuova lingua, non comincerà subito a parlare in essa. 

Quali sono gli indicatori e le fasi da cui mi posso rendere conto che l'apprendimento sta funzionando?

  1. Dimostra di comprendere globalmente l'enunciato - se richiesto di fare qualche cosa, è in grado di comprendere ed eseguire l'ordine ("Bring me the book" - il bambino porta il libro)
  2. Dimostra di comprendere analiticamente l'enunciato- se richiesto di fare qualche cosa dove c'è la necessità di comprendere un dettaglio, è in grado di eseguire l'ordine accuratamente ("Bring me the red book- not the blue one" - Il bambino porta il libro rosso)
  3. Prova piacere e soddisfazione nell'esporsi a stimoli in lingua: se gli viene data la possibilità, ascolta con piacere audio-books o televisione o musica in inglese - questo è un segnale fondamentale, perché non lo farebbe se non lo capisse. - la comprensione ed il piacere che ne deriva è testimoniata dalla scelta di ascoltare in inglese e farlo per un tempo che denota comprensione dello stimolo. Il bambino che non comprende si annoia e si sottrae. Se il bambino accorge lo stimolo è perchè capisce e prova il piacere della comprensione della storia.
  4. Il bambino produce in un contesto non giudicante- i bambini "si provano " nelle nuove performances sempre in contesto dove percepiscono che non saranno giudicati per eventuali errori o incertezze. Alle volte si sperimentano con i fratelli nel gioco, allo specchio, o con i compagni. Se percepiscono un adulto con aspettative, probabilmente eviteranno di produrre finchè non saranno del tutto certi che il loro "showing off" vada a buon fine.

Per facilitare l'uscita dalla fase silente e quindi l'inizio della produzione orale (fase che i genitori attendono con ansia comprensibile, ma non sempre produttiva), questi sono gli accorgimenti che consigliamo:

  • date ai bambini la possibilità di essere esposti massivamente a stimoli informali in inglese (canzoni, cartoni, libri e audiobooks) ,ma non interrogateli! La lunghezza del periodo silente è inversamente proporzionale alla quantità di input assorbiti, quindi bisogna esporli tutti i giorni agli stimoli. Siate easy e fate entrare questa cosa nella normalità (siate onesti, se mostraste loro un cartone in italiano, gli chiedeste "che cosa ha detto Peppa Pig? "Probabilmente no. Ecco ,nemmeno in inglese: non interrogateli, non sollecitateli, rendete tutto NORMALE). 
  • date loro contesti ludici , informali e non giudicanti per potersi esprimere fino a quando non si sentiranno sicuri (un gruppo tra pari, ad esempio)
  • condividete l'abitudine di leggere, ascoltare, fruire normalmente in inglese (il Tg o un film in lingua originale, la musica - cantata e non lalalalala- un libro...date loro l'informazione che anche per voi l'inglese è normale e non bisogna preoccuparsene ma viverlo come una lingua)

Se seguirete queste indicazioni siamo sicuri che la fase silente dei vostri bambini si concluderà con un felice esordio del parlato (che in molti casi è esplosivo, come accade per la lingua madre).

A questo proposito con possiamo che consigliarvi uno dei nostri corsi ;-)

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.