Blog

Lavoretti di natale in inglese per bambini

 
Decorazioni Natalizie in Inglese per la scuola primaria e infanzia

Usare i lavoretti natalizi per insegnare l'inglese

Lavoretti di Natale....in inglese!

Le decorazioni natalizie sono un'ottima scusa per insegnare l'inglese.

In primo luogo perchè, mentre lavorano con le mani, i bambini sono rilassati e tendono a ricordare meglio ciò che sentono.

E' molto importante, in glottodidattica si dice "abbassamento dei filtri affettivi" - significa che creare un ambiente di apprendimento rilassato è uno dei più efficaci strumenti per imparare (molto più efficace rispetto alla ripetizione ossessiva dell'input, o la verifica esplicita)

In questo breve post diamo alcune idee concrete per usare le decorazioni natalizie per imparare nuove parole in inglese: queste idee possono essere usate nella scuola di infanzia o in prima elementare.

 

Imparare i colori  in inglese- attività di mosaico di Natale

Ci vuole un po' di pazienza per preparare questo lavoretto, basato sulla tecnica del mosaico. C'è infatti da preparare piccoli quadratini rossi, ritagliati in carta normale o lucida, piccoli quadratini rosa, ritagliati nella carta o nel feltro, e preparare batuffoli di cotone idrofilo. In questo video trovate un tutorial su come fare i mosaici.

A cosa ci servono i quadratini rossi e rosa e i batuffoli di cotone idrofilo? Chi indovina?

Per creare un mosaico di Babbo Natale!

Ecco qui una sagoma che si può usare, oppure potete sceglierne un'altra o la maestra può fare amano libera la sagoma di Babbo Natale. 

I bambini incollano i quadratini rossi sul cappello, rosa sulla faccia e i batuffoli di cotone idrofilo per la Barba di Babbo Natale.

 

Come rinforzare l'inglese mentre si fa un lavoro manuale?

Come rinforzare i colori mentre i bambini fanno il mosaico? Ecco alcune idee:

  • costringeteli a chiedere: non mettere tutti i quadretti colorati direttamente a disposizione dei bambini, datene poche per volta. In questo modo i bambini dovranno fare lo sforzo di chiedere ciò di cui hanno bisogno. Insegnate loro le frasi di cui necessitano per chiedere "May I have some more red pieces?" "May I have some more pink pieces?" All'inizio sarà sufficiente che dicano "pink" o "red", ma incoraggiateli a provare a dire la frase intera (imparata a memoria come "linguaggio prefabbricato", ci sta) attribuendo una stellina a chiunque ci provi!!
  • provate a "prenderli in giro": se vi chiedono solo con i gesti, e sapete che potrebbero farlo con parole, stimolateli a verbalizzare dando risposte sbagliate alle vs rchieste. Se indicano "pnk" ma non lo dicono (e ripeto: sapete che volendo potrebbero provare a dirlo) offritegli il "red", in modo che vi correggano: "no, pink!"

 

Ascoltare canzoni in inglese mentre si fanno i lavoretti​ di Natale

Mentre lavorano, potete cominciare a sentire canzoni di Natale molto semplice, ad esempio una canzone molto popolare è questa:

 

 Ecco altre canzoni popolari e adatte all'età sul tema

 

Corsi di inglese per bambini milano

 

Siti per trovare idee di lavoretti artistici in inglese

Ecco tantissime idee per voi, tratte dai siti che amiamo di più:

  • Enchanted learning: sito bellissimo, che propone sia risorse gratuite che a pagamento. Ma questeap pagina dedicata a arts and crafts natalizi è piena di idee offerte gratuitamente.
  • Busy Bee: tante idee da realizzate passo passo su questa pagina!
  • DK: non solo lavoretti, ma anche giochi con cui costruire il vocabolario di Natale
  • Activity Village: ecco un altro sito ricco di risorse ed idee. Da questa pagina, tutto gratis!!!
  • Biglietti natalizi: tanti disegni da stampare

I nostri lavoretti artistici natalizi preferiti...in inglese

Tuttavia, se parliamo di lavoretti non possiamo non citare il più amato e famoso creatore di lavoretti, ovvero il mitico Neil di Art Attack (ed i suoi eredi)! Ecco alcune delle più belle puntate natalizie!

E queto è il mio preferito! Art Attack con Scrooge!!!

Uno degli episodi nuovi (ma il carisma di Neil Buchanan è inarrivabile)

 

Art attack in classe

Una delle idee che ci è venuta, guardando gli art attacks di Neil è provare a creare una grande opera d'arte sul pavimento della classe, usando gli oggetti scolastici. Che ne dite? Ottimo per ricordare il classroom English e per sviluppare il tema natalizio! Potrebbe essere una buona idea o può condurre solo al CAOS?

Lavoretti di riciclo e riuso: intervista a Daniela di Mammecomeme

Noi di solito intervistiamo insegnanti di inglese per il nostro blog, eppure questa volta mi fa piacere ospitare qui invece Daniela, che è una mamma che cura, tra le altre cose, un sito dedicato alla creatività con i bambini.

Noi usuamo spesso i lavoretti creativi durante le nostre lezioni di inglese, perchè il manufatto creativo permette di imparare tante parole e nuove frasi senza bisogno di traduzione.

A scuola di inglese, fare un lavoretto significa imitare i movimenti della maestra madrelingua, associando in modo inconsapevole a questo lavoretto le parole che lei usa. Non c'è biosgno di dire "Fold vuole dire piegare": il bambino ascolta la parola "fold", e associa con il gesto del piegare che vede fare.

Per questo motivo, nelle nostre lezioni usaiamo tanta creatività e noi spesso cerchiamo su internet idee per lavoretti, in particolare in concomitanza con le feste.

Tra i blog che seguiamo , c'è questo blog di Daniela, chiamato Mammecomeme, nel quale si descrivono tanti lavoretti, soprattutto fatti con materiali di riuso (anche l'aspetto educativo ed economico del riutilizzo è ovviamente molto importante).

Sono contenta di dire che Daniela ha accettato di rispondere ad alcune domande, e questo mi fa piacere perchè mi permette di fare conoscere anche ai nostri lettori questo sito: sono certa che tante maestre lo conoscono già, ma per alcune sarà una utile scoperta!

Daniela, sul tuo sito si legge che da quando sei diventata mamma hai riscoperto la creatività, il piacere di inventare lavoretti e attività dedicate al riuso e riciclo, alla decorazione etc. Ci racconti questo percorso?

L'esigenza di creare un blog, è nata proprio seguendo la crescita di Marco, la necessità di condividere con altre mamme dubbi, incertezze,curiosità, esperienze. Osservando Marco, abbiamo imparato insieme ad apprezzare i materiali di uso comune che solitamente finiscono nella spazzatura. Marco, quando gli veniva regalato un nuovo gioco, prima di tutto giocava con il cartone o imballo del giocattolo e solo dopo passava al giocattolo vero e proprio.

L'attrattiva verso l'imballo che riutilizzava e trasformava a suo piacere, ha fatto nascere la nostra passione che mira a ricreare oggetti, forme, colori da materiali di riciclo. Con grande soddisfazione abbiamo trasformato una bottiglia di plastica in un fiore o un rotolo di carta igienica in calza della Befana.

Oltre ai nostri fantasiosi lavoretti, il blog si occupa, per merito della collaborazione di esperti vari che molto gentilmente si sono offerti, di problemi scolastici, di psicologia infantile, di salute dei bambini. Inoltre io sono sempre in rete alla ricerca di argomenti e iniziative interessanti che mi piace ospitare sul mio blog e condividere con chi mi segue.

Cerco di rendere un servizio utile alle altre mamme, agli insegnanti che possono valorizzare il loro lavoro, agli psicologi nell'intento di far vincere la paura di rivolgersi a loro per un consulto e a tutti coloro che ritengo abbiamo o facciano cose  interessanti.

L'importanza dei lavoretti facili da realizzare e a costo zero, che oltre a far divertire i bambini, rappresentano anche un modo per passare insieme un pomeriggio, perchè dedicare del tempo ai propri figli è fondamentale per la loro autostima, per renderli i cittadini di domani, osservatori e critici al tempo stesso, senza dimenticare l'importanza della manipolazione che, oltre ad aprire la mente alla creatività, aiuta nella prescolarizzazione e anche nel corso degli studi dei nostri figli

Tu sei autrice di diversi libri dedicati alla creatività con i bambini, inoltre tieni il blog "Mammecome me" (sul quale si spazia dalla creatività, ai viaggi alle pagine dedicate alla psicologia infantile) e hai un gruppo molto attivo su FB. Come è nata l'idea di diventare un'autrice? Come si è evoluta nel tempo questa attività? Diresti che ha seguito la tua evoluzione come donna e come mamma?

Scrivere libri è il mio sogno che rincorro da quando ero ragazzina, certo quando studiavo ancora, pensavo di scrivere libri che descrivessero la nostra società, temi scottanti, ma anche solo che inducessero a riflettere ( mi sono sempre considerata una sociologa mancata ) ed invece, l'esperienza di essere diventata mamma, mi ha aperto le porte su questo mondo, vedere come Marco partecipava e si divertiva a creare oggetti riciclando materiali, la popolarità che le nostre creazioni iniziavano ad avere, alcune mamme e maestre che mi chiedevano spiegazioni, idee, consigli, ecc. mi ha fatto pensare di scrivere dei libri che ragruppassero i nostri lavoretti, le nostre idee, una nuova forma di condivisione, facile nella lettura e ricchi di fotografie che spiegano passo passo.

L'utilizzo di materiali e tecniche diverse si sono evoluti seguendo la crescita di Marco e anche la mia come mamma. Il mio blog Mamme come me e la mia pagina Facebook: Mamme come me contribuiscono a condividere le mie idee, i miei lavoretti e tutte le notizie che ritengo utili da far conoscere ai miei lettori.

 

Quali sono i tuoi futuri progetti legati alla tua attività editoriale?

La mia attività creativa continua anche se adesso Marco, ormai grandicello, partecipa più raramente alla creazione di oggetti con materiali di recupero, però è sempre il primo a proporre nuove idee e a raccogliere tutto ciò che gli sembra strano oppure utile alla sua mamma per inventare oggetti.

Sono sempre alla ricerca di tecniche nuove e nuovi materiali, utilizzando a volte, consigli e idee di insegnanti.

La fabbrica della fantasia è sempre aperta, non chiude mai. I sorrisi e la manualità dei bambini sono le mie fonti ispiratrici, il riciclo educa a rispettare l'ambiente, ma la soddisfazione è grande quando vedi un bambino entusiasta mentre taglia una bottiglia di plastica e la trasforma in qualcosa di simpatico che lo stupisce e lo coinvolge!

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Se si, iscriviti alla newsletter per ricevere sulla tua mail nuovi materiali gratuiti.

E perchè non dai una occhiata alla pagina dei nostri corsi di inglese online per bambini?

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy .

;