Blog

Lezione di inglese alla scuola dell'infanzia

Inglese per bambini

inglese alla scuola materna

Quando si insegna inglese ai bambini piccoli,  adottare accorgimenti la ritualità e  prevedibilità hanno un effetto positivo. I bambini piccoli amano ciò che possono prevedere.

Dare alle lezioni di inglese per i bimbi dell'asilo una strutturazione comprensibile, con una suddivisione di momenti successivi sempre nello stesso ordine, aiuta a creare aspettative ed è un modo costruttivo di impostare il proprio intervento.

Per esempio, il momento del saluto (circle time), oltre ad avere favorevoli ripercussioni sulla reciproca conoscenza e socializzaione, è normalmente vissuto come assai piacevole.

Tipicamente, ci si siede in circolo e si canta una canzone specifica per il saluto, chiedendosi anche come si sta.

E' importante iniziare con calma la lezione di inglese, questo momento di decompressione (spesso le lezioni all'asilo arrivano dopo 8 ore di attività, e i bimbi sono stanchi) è importante per entrare nel clima giusto.

E' bello pensare alla lezione come ad una sorta di "isola" felice, che viene dopo giornate impegnative. Nella lezione il focus è il gioco e la spensieratezza. Il momento del saluto deve marcare questo "umore".

Successivamente, è bene dedicare alcuni minuti alla "review". Ripassare frequentemente le parole già viste , oltre a dare piacere ai bambini, è indispensabile per l'apprendimento. Tuttavia, si raccomanda di non rendere mai questo ripasso troppo scolastico o rigido: i bambini non devono sentirsi giudicati mai!

La maniera migliore di fare review è il "brainstorming", e poi un gioco.

Alla stessa maniera, per introdurre (ed è il terzo momento della leizone) nuovo lessico, è bene prima dare spazio ai bambini con la tecnica dell'elicitation e poi usare il nuovo lessico giocando. Una buona regola è di non cominciare mai un gioco se non si è certi che tutti i bambini hanno avuto modo di ripasare il vocabolario necessario. Tutti devono essere in grado di giocare.

Poi, non tutti parleranno. Ma anche una conoscenza passiva del vocabolario è sufficiente per giocare, se si osservano le regole del TPR (Total Physical Response).

Per finire, il momento del commiato. Anche qui un circolo tutti insieme ed una canzone serviranno a lasciare un ricordo di serenità e gioia.

Chiudere in bellezza è eccezionalmente importante, perchè agisce diretamente sulla motivazione, il vero motore dell'apprendimento.

Multisensory English: insegnare inglese ...in tutti i sensi

I bambini della scuola materna non hanno ancora strategie di memorizzazione paragonabili a quelle di un bambino scolarizzato, pertanto è necessario ripetere molte volte le nuove parole e concetti.

Tuttavia, la ripetizione fine a se stessa risulta inutile: per questo è necessario trovare maniere divertenti per portare il bambino a ricordare.

La strategia di glottodidattica multisensoriale (Multisensory English)  consente questo: ogni vocabolo viene rinforzato con stimoli uditivi (storytelling), ritmici e musicali (canzone), visuali (video e illustrazioni), cinestesici. Il bambino ha la possibilità di incontarre molte volte le stesse parole e frasi, creandosi una banca di parole che possa piano piano imparare a riconoscere prima, ad usare attivamente poi.

Si dice che i bambini sono spugne ed è senz'altro vero che riescono ad imparare con  aturalezza e senza sforzo: ma perchè ciò che imparano si fissi in modo duraturo la strutturazione è importante ed il metodo multisensoriale grantisce una quantità cosnsistente di ripetizioni dello stimolo, atte a imprimere nella memoria le parole nuove.

Il metodo inoltre permette di implamentare una serie di attività fondamentali per la crescita dei bambini:

  • permette di esercitare la mira e fare attività che faciliteranno l'inizio della letto-scrittura
  • consolida l'orientamento nello spazio con giochi percettivi e motori
  • allena l'attenzione prolungata e l'ascolto
  • favorisce una buona postura ed impugnatura grazie ad esercizi divertenti che allenano la coordinazione occhio mano

Il fatto che queste attività siano tutte fatte in inglese permette di unire due scopi impirtanti: i bambini fanno educazione visiva e posturale MENTRE imparano il lessico di base. saranno così piuì pronti per la scuola, da tutti i punti di vista!​

 

 Segui il nostro approfondimento video sull'insegnamento Multisensoriale

 

 

Insegnare l'inglese parlando ai 5 sensi!

 

 Abbassamento dei filtri affettivi

 

Creare lezioni multisensoriali permette di coinvolgere la creativitàò del gruppo classe

 Idee concrete di insegnamento multisensoriale : suggerimenti da applicare alla classe di inglese

 

La classe multisensoriale permette di implementare lavori in coppia e piccolo gruppo, nei quali i soggetti con DSA possono trovare un diverso e piu' attivo ruolo all'interno del gruppo dei pari.

 Attivare il canale cinestesico, ovvero permettere di "imparare facendo" , permette di impaarre meglio ai bambini che hanno delle problematiche nella processazione degli stumoli uditivi e visivi (come molti DSA).

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.