Blog

Preposizioni in inglese

Giochi per insegnare ai bambini le preposizioni

Giochi per insegnare le preposizioni in inglese

corsi inglese milanoCome diceva Einstain  "Play is the highest form of research". Ci troviamo d'accordo (Einstain sarà contento :-)) , infatti i bambini sono molto curiosi e attivi quando in insegna giocando! E credo che ciò valga davvero per tutti noi. Giocando si sperimenta, ci si mette in gioco, non ci si sente giudicati e provando, provando si impara tantissimo!

Pubblichiamo questo articolo di Mary sui giochi con cui ha insegnato ai bambini le preposizioni di luogo! Mary lavora sia nelle scuole che nei corsi privati per bambini a Milano. Queste attività che descrive sono perfette per i doposcuola in inglese.

"In questo lesson plan l'argomento è Le preposizioni di Luogo (Prepositions of Place) e le directions (a destra a sinistra sopra e sotto) Questi giochi li ho fatti con bambini di quarta elementare in una scuola.  

Una cosa importante: questa lezione viene dopo quella sui  Places in Town, quindi i bambini conoscevano già i luoghi della città prima di studiare le preposizioni. Per altri giochi, è necessario che i bambini conoscano i luoghi della casa o gli oggetti di uso comune.

Obiettivi:

  • Riconoscere le Preposizioni di Luogo
  • Utilizzare le directions left, right, up, down
  • Saper dare direzioni

 

MATERIALI PER SPIEGARE LE PREPOSIZIONI

  • Una palla morbida o giocattolo
  • Flashcards o una presentazione di PowerPoint che illustri le direzioni e le preposizioni
  • Un piccolo giocattolo
  • Un cartellone bianco

 

Abbiamo iniziato introducendo il vocabolario delle direzioni e delle preposizioni. Per spiegare le preposizioni ci sono tanti utili strumenti che si trovano online, per esempio uno che a me piace tanto è questa canzone, con un video molto chiaro. E' ripetitivo e orecchiabile, i bambini la ricordano facilmente

 

 

Per fare ricordare i nomi delle preposizioni, ci sono un sacco di giochi divertenti che si possono fare. Uno è il Simon says, di cui ho parlato anche in questo articolo. Nel gioco del Simon says con le preposizioni, il conduttore Simon dà le indicazioni di dove i bambini devono mettere la carta (o dove si devono mettere rispetto ala carta).  Date un'occhiata a questo video.

Si può fare un divertentissimo Simon says anche con la sedia. La maestra dice "ON the chair!" e tutti i bambini salgono sula sedia , "BEHIND the chair" e i bambini si mettono dietro...e così via.

Quando i bambini hanno imparato le preposizioni, posso chiedere loro di localizzare oggetti nella stanza. per esempio, se metto la mia palla morbida sotto il banco, chiedo: "Where is the ball?" E loro sono in grado di dirmi dove è. Posso farlo con diversi oggetti piazzati nella classe, sotto i tavoli, sulle sedia, dietro i libri...

Ci siamo esercitati con gli oggetti anche su destra e sinistra. Quando mi è sembrato che tutti i bambini avessero capito, allora siamo passati al gioco. E' importante cominciare a giocare quando siamo certi che tutti siano i grado di partecipare utilmente e con soddisfazione! Quindi prima di giocare faccio sempre un po' di ripasso, usando una preentazione in power point (se ho lo schermo) oppure delle flashcards. Visto che qui stavo insegnando a bambini di 9 ani, lascio che siano loro a leggere le slides. A turno, scegliamo un relatore che illustra i power point. I bambini si divertono molto nel ruolo di speaker.

GIOCHI CON LE PREPOSIZIONI

GIOCO NUMERO 1

Ecco siamo pronti. Ora giochiamo! A turno, io di fronte alla classe o posiamo fare due squadre in competizione. Abbiamo un bicchiere di carta e un mattoncino di lego, o la sedia  e la palla di gomma.  Due oggetti, insomma.

Io dico "UNDER!" E il bambino deve mettere il mattoncino di lego sotto il bicchiere di carta (o la palla sotto la sedia). Si puà gocare con le preposizioni oppure con le directions (a destra, a sinistra) Il gioco è a tempo, e a punti. Ogni risposta giusta vale 10 punti, ma togliamo punti per le risposte sbagliate. La competizione aumenta sempre l'interesse dei bambini.

GIOCO NUMERO 2

Questo gioco lo conoscono tutti: è "La coda dell'asino", in inglese "Pin the tail". Fate due squadre: un partecipante per ogni squadra dee essere bendato: lui ha in mano la coda dell'asino (si può fare con un nastro e un po' di scotch se avete paura che i bambini si pungano la puntina), l'altro partecipante lo guida a trovare il punto dove attaccare la coda dando le directions "sopra, sotto, a destra, a sinistra". Divertimento assicurato.

GIOCO NUMERO 3

Questo gioco si gioca a coppie, e si può dividere una classe in tante coppie. Oppure si può fare questo gioco a casa, se gli studenti sono due o con la maestra se c'è uno studente solo Un partecipante (di ogni coppia) esce dalla classe, mente il partecipante che resta mette 5 oggetti a trovare (un piccolo giocattolo, una palla etc...MAI viene indicato prima quale sarà l'oggetto da trovare) in vari posti "strategici" (sotto il tavolo, tra due sedie, sullo scaffale...). Notate che questo gioco viene bene in una classe un po' disordinata, dove oltre ai 5 oggetti stabiliti ci siano tanti altri oggetti in giro..

Il partecipante che era uscito torna indietro chiede "Where is my object?" e il partner risponde solo indicando do la posizione degli oggetti(usando la preposizione studiata), senza mai dirne il nome. Vince la coppia che trova più oggetti in meno tempo.

 

GIOCO NUMERO 4

Anche questo gioco si fa a coppie. L'insegnante deve dare ad un partecipante la fotografia di una stanza (potete prenderla da un catalogo, tipo i cataloghi IKEA o simili). Dei due partecipanti, uno descrive la stanza e l'altro la disegna! Poi si confrontano i disegni! Vince la coppia che ha beccato più dettagli nella posizione giusta! (non è una gara di disegno, ma di inglese: non ha importanza quanto sia bello il disegno ma quanti oggetti avete collocato correttamente)

 

GIOCO NUMERO 5

Questo gioco si chiama Picasso! L'insegnante deve preparare due seet di bigliettini: uno con le parti del viso (naso occhi bocca) e l'altro le preposizioni (under, on, behind). l gioco si fa a coppie: un partecipante pesca dal set delle parti del corpo e dal set delle preposizioni e descrive all'altro cosa disegnare. Ad ogni turno sisi pescano due parti del viso e una preposizione. Il partecipante che detta ha la libertà di posizionare le parti come crede, così se pesca

NOSE- under- MOUTH

può dire "the nose is under the mouth", oppure "the mouth is under the nose". Come preferisce.

L'altro partecipante disegna. E' ammissibile avere più nasi, o più bocche o un numero imprecisato di orecchie. Vice il quadro più bello:-)

corsi inglese milano

 

 

 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.