Blog

Approccio comunicativo: lingua inglese

 
Approccio comunicativo in inglese: che cosa è?

Acquisizione e apprendimento si attivano con la pratica

Cosa è il corso comunicativo? E' un corso che enfatizza l'aspetto dei contenuti (e più' precisamente della comunicazione efficace dei contenuti) rispetto alla forma grammaticale. Ciò non significa che l'accuratezza grammaticale non sia considerata importante, ma che si parte dal presupposto che la regola verrà con l'uso e l'ascolto di forme corrette, anziché dovere essere imparata in astratto sui libri. Il corso comunicativo identifica il momento dell'utilizzo della lingua con il momento del suo apprendimento. Si impara la lingua usandola. Le abilità linguistiche: come si imparano? Comprensione: secondo il metodo comunicativo, si comprende la lingua aumentando le interazioni significative. Il contesto di classe permette di creare dialoghi alla portata dello studente. Ascoltando e interagendo in questi dialoghi, lo studente arriva intuitivamente a capire la lingua, ovvero a decifrarne le regole grammaticali e sintattiche. Ascoltando, si impara a capire. Produzione: secondo il metodo comunicativo, lo studente è portato a produrre seguendo i modelli proposti, come fanno i bambini piccoli nella lingua madre. Monitor: quando vengono corretti (o non capiti) automaticamente il cervello scarta le forme sbagliate e rinforza quelle giuste. Parlando, si impara a parlare.

Corsi di inglese online: come studiare efficacemente

Il problema di tanti corsi di inglese non è se sono online o di persona, ma quanta Interazione sia prevista nelle lezioni.

Le neuroscienze ci rendono certi del fatto che l'acquisizione della lingua e' un fenomeno "primitivi", in larga parte dominata da procedure automatiche. Non c'entra la quantità di studio, c'entra la quantità di esercizio pratico.

Impareremo a parlare una lingua solo se avremo occasioni continue, regolari, realmente partecipate di farlo. E significative: imparreemo tanto meglio quanto migliore sarà l'interazione con il nostro insegnante e con gli altri allievi.

Non si impara a parlare scrivendo e non si impara a capire studiando liste di parole.

Allargare il vocabolario è molto importante, ma è necessario che le attività di studio individuale (che non scoraggiamo, sia chiaro!) siano integrate con un contesto di classe dominato dalla conversazione (dialogo, dibattito).

Ma come fanno i principianti?

La domanda ha senso. Come facciamo a parlare se non sappiamo quasi nulla della lingua?

La risposta la vediamo quando osserviamo l'interazione di una madre con un bambino piccolo. la madre non solo parla, ma spontaneamente attua una serie di strategie per farsi capire:

  • rallenta
  • alza la voce, usa i toni alti e bassi
  • usa massivamente mimica e gesti
  • usa realia, indica, mostra
  • ripete spesso
  • non si aspetta di essere capita solo verbalmente, quindi controlla la comprensione del bambino con domande chiuse, ripetendo, incalzando a fare, mostrando
  • punta ad uno scambio affettuoso
  • non giudica il bambino per non avere capito
  • lo gratifica quando capisce e agisce
  • lo gratifica quando presta attenzione
  • ripete molte volte lo stesso scambio di informazioni

Il bambino ha cosi modo di "assorbire" le informazioni , senza sentirsi a disagio, ma anzi apprezzando queste conversazioni dal punto di vista emotivo (il che lo spinge a cercarne ancora e ancora).

  • Il suo desiderio di interagire con la madre lo porta a provare ad imitarla, anche solo con gorgheggi e versi o imitando il movimento delle mani. La mamma fa di tutto per interpretare quanto dice e il bambino e modella i suoi tentativi, dando dei nomi ai suoi gorgheggi e "stando al gioco" della conversazione.

Si può obiettare che non è possibile portare in una classe questo tipo di interazione cosi primitiva, ma sicuramente ciò che accade in una buona leizone di inglese ha molto a che vedere con questa "corrispondenza di amorosi sensi" tra mamma e bambino, e le strategie innate che la madre usa possono ispirare molto da vicino l'insegnante.

Cinque consigli per imparare le lingue

Imparare l'inglese velocemente: si puo! Ascolta i nostri 5 consigli per massimizzare l'impatto del tuo corso di inglese:

  • LEGGI IN INGLESE tutto ciò che puoi, a seconda del tuo livello: siti internet, giornali, libri, ma se sei ad un livello principiante vanno bene anche i retro delle confezioni di detergenti o gli ingredienti del cibo, i menu, le ricette, le istruzioni tecniche. Più' leggi, più' incameri parole e frasi modello.
  • LEGGI ASCOLTANDO: usare anche il tuo udito mentre leggi ti aiuta a ricordare. leggi ad alta voce e se puoi registrati ed ascoltati. Usa audiolibri per ascoltare mentre leggi. Prova a leggere ad alta voce. Leggere e ascoltare assieme ti aiuta a focalizzare la corrispondenza fonema/grafema e renderti conto di quali parole non sapresti pronunciare correttamente. Usa google traduttore quando hai dei dubbi di pronuncia.
  • USA CIO' CHE AMI: se ti piace la musica scaricati le lyrics, se ami un film prova a vederlo la prima volta con i sottotitoli, la seconda volta senza e la terza di nuovo con: noti una differenza? Se ti piacciono i fumetti, leggi i fumetti. Tutto va bene, cerca di capire ciò che leggi e non tralasciare ciò che non sai pronunciare.
  • SCRIVI: scrivere alcune frasi al giorno (basta un taccuino o la funzione memo del cellulare) è un grande aiuto per mettere assieme le frasi. Se sei ordinato, appunta le nuove parole su una rubrica e ogni tanto sfogliata.
  • PARLA: anche se parli tra te e te davanti allo specchio, è un grande aiuto! vedrai che formare frasi sarà via via piu' semplice mano a mano che ti eserciti.

Ti interssa il nostro approccio? Vieni a conoscerci: i nostri corsi di inglese online ti aspettano

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy .

;