Glottodidattica Multisensoriale

 Multisensory English

In collaborazione con l'associazione VTHT e l'Associazione Nazionale di Psicocinetica Jean le Boulch, Open Minds è fiera di offrire una formazione unica nel suo genere, dedicata all'insegnamento globale e multisensoriale della lingua inglese.

Gli studi sulla glottodidattica hanno da decenni evidenziato l'utilità di un approccio didattico olistico e multisensoriale , sottolineando che ognuno di noi ha diversi canali percettivi preferenziali (visivo, uditivo, cinestesico) e stili di pensiero ed apprendimento differenziati. 

Con questa consapevolezza, gli insegnanti non possono proporre più lezioni frontali basate sul solo canale uditivo o visivo (la spiegazione verbale, la lavagna), ma sono incoraggiati a creare lesson plan interattivi, capaci di forte coinvolgimento emotivo, fisico, intellettuale.

Obiettivi del progetto "Multisensory English"

Lobiettivo della partecipazione di Open Minds a questo progetto è  quello di fornire agli insegnanti di inglese informazioni chiare e di effettiva e valida implementazione su:

  • come riconoscere lo stile percettivo preferenziale dei propri alunni
  • come adattare il proprio stile di insegnamento alle esigenze dell'alunno
  • come creare un percorso di apprendimento adatto ai bisogni educativi speciali

L'obiettivo del nostro lavoro è integrare l'insegnamento dell'inglese in un percorso di educazione alle abilità di base (i prerequisiti dell'apprendimento), che rendono possibile ai bambini l'inserimento sereno nella classe I della scuola primaria.

Il nostro percorso in lingua inglese , adattato alle tecniche del CLIL, permette di insegnare l'inglese di base (lessico inerente ai colori, schema corporeo, orientamento nello spazio, oggetti di uso comune nella classe, numeri) mentre i bambini eseguono gli esercizi psicomotori previsti dal percorso educativo OTTO L'AQUILOTTO, che prevede esercizi per migliorare la postura, la prensione della matita, la visione e la discriminazione, la mira ed il coordinamento mocchio mano, l'orientamento nello spazio.

In questo modo i bambini hanno modo di vivere contemporaneamente l'educazione visiva e posturale e l'apprendimento del lessico indispensabile della lingua inglese.

Il percorso dedicato all'insegnamento globale e multisensoriale della lingua inglese è tenuto dalla Dott.ssa Chiara Mazza: bilingue, esperta in glottodidattica inclusiva e nell'insegnamento dell'inglese a soggetti con deficit sensoriale e bisogni educativi speciali.

I punti trattati dal corso di INGLESE MULTISENSORIALE sono:

  • Tecniche inclusive e coinvolgenti di insegnare inglese e fare CLIL
  • Bisogni educativi speciali e didattica inclusiva dell'inglese
  • Insegnamento dell'inglese utilizzando le schede visive: uso della percezione e memoria visiva per insegnare colori, forme e numeri (giochi ed attività pratiche)
  • Insegnamento dell'inglese utilizzando esercizi motori: schema corporeo, actions, posizioni nello spazio (giochi ed attività pratiche)
  • Criteri per rendere il CLIL il piu' inclusivo possibile
  • Focus sullo storytelling come strumento inclusivo petr insegnare l'inglese

 Il corso è inserito in una cornice dedicata all'approfondimento delle basi teorico-pratiche dell'insegnamento inclusivo:

  • Educazione alla Visione: corso tenuto dalla Prof. Porrino, autrice del metodo Otto L'Aquilotto
  • Applicazione CLIL del metodo Otto l'Aquilotto: corso tenuto dalla Dott.ssa Chiara Mazza
  • Strumenti per una didattica multisensoriale ed inclusiva dell'inglese: corso tenuto dalla Dott.ssa Chiara Mazza

Durata ed organizzazione del corso

Il corso è BLENDED e prevede 20 ore complessive di formazione, di cui:

  • 6 ore on-line
  • 14 ore in presenza (date da definire, mese di gennaio 2019)

Obiettivi formativi

​La formazione si dà questi obiettivi:

  • Presentare il metodo “Otto L’Aquilotto” Educare l'Apprendimento e la Visione ,utile per rinforzare i pre-requisiti e i requisiti degli apprendimenti
  • Insegnare il vocabolario di base in lingua inglese grazie all’applicazione della metodologia CLIL al metodo di
    educazione alla visione Otto l’Aquilotto.
  • Introdurre lo storytelling e attività percettive e motorie quali metodologie inclusive e multisensoriali per insegnare inglese 



Ogni individuo dispone di canali percettivi e stili di apprendimento e pensiero preferenziali: questo corso di formazione, destinato ai docenti della scuola dell’infanzia e primaria, mira a; ad offrire loro strategie di insegnamento efficaci.

 
Il percorso di educazione visiva Otto l’Aquilotto viene utilizzato come base per introdurre gli insegnamenti di base anche in lingua inglese, con una ottica CLIL.


In questo corso si illustreranno tecniche multisensoriali ed inclusive per insegnare l’inglese ai bambini dell’ultimo anno della scuola di infanzia e del primo anno della scuola primaria: il vocabolario di base sarà appreso in modo attivo, grazie a giochi motori e percettivi, nonchè attività di narrazione, musicali e ritmiche.

Formazione accreditata MIUR

  • Il corso è offerto da un Ente Formativo accreditato presso il MIUR ed offre quindi la possibilità di certificati riconosciuti e crediti riconosciuti ai sensi della legge 170/2016
  • Il corso è tenuto in lingua inglese ed italiana
  • Vengono offerti a parte i materiali didattici per l'applicazione in classe delle attività visive e motorie (Otto l'Aquilotto in lingua italiana ed inglese)

Costi

  • Il corso di 20 ore costa: 150 Euro
  • Iscrizione annuale alla Associazione Jean le Boulch: necessaria per l'ottenimento dei crediti formativi : 30 Euro (l'iscrizione è valida per la durata di 1 anno)

 

Scarica qui le informazioni complete sul corso (edizione Giugno 2018)

Scheda di Iscrizione(giugno 2018)

Domanda ammisione AIJLB

volantino corso multisensorial english

Scarica la infografica: cosa è l'inglese multisensoriale?

volantino inglese multisensoriale

 

 Segui il nostro approfondimento video sull'insegnamento Multisensoriale

 

 

Insegnare l'inglese parlando ai 5 sensi!

 

 Abbassamento dei filtri affettivi

 

Creare lezioni multisensoriali permette di coinvolgere la creativitàò del gruppo classe

 Idee concrete di insegnamento multisensoriale : suggerimenti da applicare alla classe di inglese

 

La classe multisensoriale permette di implementare lavori in coppia e piccolo gruppo, nei quali i soggetti con DSA possono trovare un diverso e piu' attivo ruolo all'interno del gruppo dei pari.

 Attivare il canale cinestesico, ovvero permettere di "imparare facendo" , permette di impaarre meglio ai bambini che hanno delle problematiche nella processazione degli stumoli uditivi e visivi (come molti DSA).

 

 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.