Blog

Accorgimenti per insegnare inglese ai bambini con bisogni speciali

 
Accorgimenti per insegnare inglese ai bambini con bisogni speciali

Inglese per BES e DSA: come semplificare la lezione di inglese

In questa breve guida desideriamo mettere nero su bianco alcune indicazioni per l’insegnamento dell’inglese agli alunni con DSA.

Non si dirà mai troppo spesso che i DSA non hanno problematiche a livello di intelligenza, ma hanno altre funzioni compromesse, tra cui l’automatizzazione dei compiti e la memoria di lavoro. Alcuni bambini ed adulti con DSA e BES hanno compromissioni specifiche a livello fonologico (ad esempio, non riescono a riconoscere e discriminare correttermente i vari suoni, ad associarli alla lettera, a fare il blending con gli altri suoni, riconoscendo cosi la parola...o sono molto lenti nel farlo, alcuni per questo processo impiegano molte energie), altri hanno difficoltà nel coordinamento dei muscoli oculari (con la compromissione della mira e quindi della fluidità nella lettura), altri possono avere difficoltà specifiche nella scrittura (problematiche di coordinamento motorio) o nell'ortografia (con confusioni continue con lo spelling, nonostante lo studio). 

Sei un insegnante di inglese ? Sai che i nostri corsi di aggiornamento per docenti sono acquistabili con la carta docente? Clicca qui per chiedere informazioni!

Spesso questi bambini ed adulti presentano alterazioni nella capacità di concentrarsi, con conseguente affaticamento e stanchezza estrema, il che induce ancora piu errori.

 

Per finire, il profilo psicologico dei soggetti con DSA e BES può presentare anche problematiche legate alle frustrazioni indotte dal fallimento a scuola, come ansia o  bassa autostima.

Eì molto difficile dare consigli che possano valere per tutti, perchè nonostante i sintomi possano apparire similari, l'origine della difficoltà può essere in una problematica assai specifica nella processazione del suono, dell'immagine, del ricordo, della procedura...l'insegnmante non ha il dovere, che pertiene al terapista, di lavorare sull'eziologia della difficoltà e compensare in modo diretto il disturbo, tuttavia ha il dovere di aiutare il bambino a compensare, a trovare strategie per aggirare la difficoltà e raggiungere il risultato, a sentirsi sicuro ed accettato, a raggiungere una competenza adeguata all'età nelle abilità che deve maturare a scuola.

Sei un insegnante di inglese ? Sai che i nostri corsi di aggiornamento per docenti sono acquistabili con la carta docente? Clicca qui per chiedere informazioni!

 Per questo abbiamo pensato di redigere un breve elenco di buone pratiche che aiutano non solo gli alunni con DSA e BES, ma tutti gli scolari:

 

    • Scegliere materiali didattici, che presentino un apparato iconografico di riferimento: il testo può essere piu' facilmente compreso con infografiche, schemi o almeno illustrazioni a supporto. Eì bene accertarsi che le immagini scelte non siano "decorative" (e magari fuorvianti o caotiche), ma coerenti.
    • Privilegiare materiali audiovisivi e multisensoriali: sono un aiuto per tutti i bambini ed alunni, specie se alle prese con una lingua straniera. Il fatto di potere accedere al testo non solo scritto, ma anche letto o illustrato con un video, offre spunti di comprensione assai più ampi
    • limitare o evitare l’attività di far copiare gli studenti dalla lavagna: la copiatura dalla lavagna non solo stanca inutilmente i bambini in difficoltà, ma può anche portare ad "imparare errori" (se la copiatura non è corretta). Meglio evitare di fare copiare dalla lavagna, è frustrante ed inutile per i DSA, e pone l'accento sulle difficoltà. Meglio distribuire una copia con le parole chiave.
    • utilizzo di pagine pulite e font semplici e leggibili: per essere certa che tutti, ma soprattutto i bambini con DSA, possano leggere agevolmente scegliete testi ordinati e redatti con i font ad alta leggibilità. Il testo deve essere allineato a sinistra, scritto in nero su bianco, possibilmente suddiviso in capitoletti.   Evitate il sottolineato, che può indurre in confusione!
    • Utilizzate gli elenchi puntati o numerati, i grassetti, ed altri aiuti grafici per evidenziare i concetti. Non create però disordine visivo!

Sei un insegnante di inglese ? Sai che i nostri corsi di aggiornamento per docenti sono acquistabili con la carta docente? Clicca qui per chiedere informazioni!

 

  • Prima di leggere un testo in inglese, date sempre il vocabolario di base, in modo che si possa già capire di cosa si parlerà. Potrebbe essere una buona idea quella di creare un "abstract" del testo, ovvero una sintesi, che possa orientare i piccoli lettori. La comprensione in inglese sarà molto accresciuta dalle attività preliminari!

 

 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy .

;