Blog

Inglese alla scuola primaria: classe PRIMA

Lavorare sui prerequisiti dell'apprendimento in lingua inglese

 Via gli specialisti di inglese alla scuola primaria

Siamo alal vigilia di un nuovo governo, ma la direzione di questi anni è stata chiara: via gli specialisti di inglese, si torna verso una logica di "maestro unico" alla scuola primaria.

Questa decisione mostra alcune problematiche, ovviamente, ma ha anche delle potenzialità. Un solo docente ha in mano, a partire dalla classe I, la responsabilità globale della scolarizzazione e degli apprendimenti dei suoi alunni. L'inglese è ormai parte integrante del curriculo scolastico come lo è delle nostre vite, quindi ha senso che sia gestita dalla insegnante di classe.

Per noi è estremamente importante porre delle basi solide per fare partire gli apprendimenti che dovranno guidare i bambini verso un modno sempre piuì complesso. La società bilingue verso la quale andiamo, e che costituirà il futuro degli alunni, è solo uno degli aspetti della complessità, da integrare nella vita scolastica.

I nativi digitali sono piu' fragili sulle competenze di base

Un altro aspetto che non può non attirare la nostra attenzione è la maggiore fragilità di tanti dei bambini di oggi su alcuni aspetti "di base": i nativi digitali appaiono meno maturi dei loro predecessori su alcune competenze percettive, prassiche e motorie, che sono importantissime per dare via agli apprendimenti strutturati.

Abituati ad immagini che scorrono veloci sullo schermo e sono costantemente in movimento, mostrano maggiorni problemi nel riconoscimento e puntamento dell'attenzione su immagini fisse.

Meno abituati al gioco motorio all'aperto, mostrano una minore dimestichezza nell'orientamento nello spazio e hanno schemi di visione piu' immaturi. Poichè si tende a fare meno lavoro fine-motorio legato a compiti della quotidianità (il famoso allacciarsi le scarpe è solo un esempio), tandono a non avere sviluppato la precisione e cordinazione dei muscoli necessari per impugnare bene una matita, controllare la mano etc.

Allenare le competenze di base per la scolarizzazione

Questa è la constatazione, condivisa da piu' parti, è quella che ci ha fatto interessare ad un programma di Educazione Visiva pensato apposta per accompagnare i bambini nella scolarizzazione. In questo programma educativo, si propongono attività strutturate che aiutano i bambini a:

  • consolidare la consapevolezza dello schema corporeo
  • rafforzare il senso dell'orientamento spaziale, proprio e degli oggetti
  • sedersi bene nel banco,
  • mantenere una postura corretta,
  • impugnare bene la matita,
  • guardare e mettere a fuoco da vicino e lontano,
  • riposare gli occhi quando sono stanchi
  • tracciare linee e curve in modo preciso, preparando le competenze prassiche per la scrittura

Questa educazione visiva e posturale è fondamentale anche in ottica preventiva. I bambini si stancano a scuola se sono seduti male, se premono troppo mentre scrivono contraendo i muscoli, se non sanno riconoscere la stanchezza degli occhi e se guardano traoppo da vicino il foglio. I bambini non sanno riconoscere questi tipo di stanchezza, che li porta quindi ad essere irrequieti e distratti, perchè il loro corpo è costretto a stare in posizioni sbagliate e faticose.

Inoltre, costruire bene le competenze di base è il primo passo per l'inclusività: alcuni dei problemi che poi emergono nella scolarizzazione sono dovuti proprio ad immaturità delle competenze di base. Allenare in modo strutturato l'attenzione e la buona visione può rafforzare i bambini piu' fragili.

Si può fare tutto questo in inglese?

Tutte queste cose sono fondamentali per impostare bene il processo di scolarizzazione...e si possono fare sia in italiano che in inglese! Applicare l'inglese a questi esercizi ed attività rappresenta un ottimo modo per ​educare i bambini, aiutarli a sviluppare le loro competenze prassiche e percettive e contemporaneamente insegnare:

  • i colori
  • i numeri
  • le forme
  • le direzioni nello spazio
  • i concetti di piccolo e grande

Come vedete, tutto si intreccia: lo studio dei prerequisiti, previsti nel primo quadrimestre della prima classe della scuola primaria, è un ottimo terreno per introdurre i bambini al lessico fondamentale in lingua inglese.

Tutto viene insegnato in una maniera compatibile con la loro età e con il momento particolare, a cavallo tra scuola di infanzia e scuola primaria (il primo quadrimestre della scuola primaria deve essere correttamente visto come una transizione): quindi vengono proposte attività con una componente importante di manualità, con giochi di percezione e discriminazione visiva, con la possibilità di avere anche dei momenti piuì fisici , pur se strutturati, grazie alle attività con i poster.



Formazione per docenti della scuola primaria: CLIL e competenze di base

​Perleremo di tutto ciò nella formazione per docenti che stiamo organizzando in data 27 e 28 giugno 2018, presso la scuola CIRESOLA di Milano: il corso è destinato ai docenti della scuola di infanzia e ai docenti della scuola primaria, ha la durata di 20 ore ed è blended.

Qui trovate il programma del corso, dettagliato in tutte le sue fasi, e qui trovate la scheda di iscrizione.

Per informazioni, tel 02671658091

Approfondimenti

corsi clil
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.