Inglese per Dislessici

Open Minds organizza da anni  lezioni di inglese per dislessici, grazie una metodologia che abbiamo perfezionato in anni di lavoro con bambini e ragazzi con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA).

Da anni offriamo sia corsi individuali  di inglese a bambini e ragazzi dislessici a domicilio. Particolare attenzione viene profusa nella redazione di piani di studio per le scuole, in modo che gli studenti con bisogni educativi speciali possano trovare agio e facilità nel seguire l'insegnante ed apprendere efficientemente.

Pensiamo che sia nostro dovere di insegnanti curare la didattica per insegnare inglese in modo efficace  per tutti.

 

I dislessici possono imparare l'inglese?


Si sente spesso dire che l'inglese è una lingua "impossibile" per i dislessici.
E' certamente vero che è una lingua difficile per chi ha dei problemi specifici nella lettura: sono di più le lettere dell'alfabeto e i suoni.

Ma non è tutto: le regole ortografiche e fonetiche dell'inglese, assai più complesse di quelle dell'italiano, danno l'impressione (erronea, ma comunissima) che la lettura di questa lingua sia affidata al caso. 

La lingua inglese  non è "trasparente", nel senso che a differenza dell'italiano non è possibile pronunciarla "come si legge", bensì è necessario memorizzare svariate regole e svariate eccezioni.

Risultato: il ragazzo dislessico fa una gran fatica con l'inglese e spesso si convince che sia al di fuori della propria portata.

Noi crediamo che i dislessici, come tutti gli altri , dovrebbero accostarsi con motivazione ed interesse allo studio della lingua inglese nonostante le difficoltà che può presentare.

Imparare una seconda lingua è in effetti necessario oggigiorno: che siamo dislessici o meno, il mondo del lavoro richiede questa competenza a tutti. E non solo il mondo del lavoro: oggi non sapere l'inglese preclude l'accesso a molte informazioni e risorse anche per il tempo libero, la cultura personale, lo studio.

Imparare una seconda lingua, inoltre, ha un dimostrato effetto benefico sui processi cognitivi: come studiare tante altre cose, il suo vantaggio non si ferma al fatto di saperla, ma abbraccia il fatto che ci facilita nell'apprendere altre cose.

Il punto, quindi, non è SE imparare l'inglese o no, ma COME impararlo. I dislessici non sono costituzionalmente incapaci di imparare una seconda lingua, anzi possono imparare bene l'inglese  e anche trarre vantaggi cognitivi dalla lezione di inglese personalizzata.

Leggere e scrivere in inglese

Leggere e scrivere in inglese è difficile per tutti. Il consiglio più sensato che si può dare ad ogni genitore è cominciare  ad esporre i bambini all'inglese in età prescolare, in modo che abbiano già un bagaglio orale di parole e frasi prima di essere messi a scrivere. In fondo, iniziamo a leggere l'italiano in prima elementare,  quando lo paliamo già bene. Provarsi a leggere e scrivere una lingua sconosciuta è un esercizio vuoto e demotivante.

Insegnare la lingua oralmente prima di affrontare la letto-scrittura è uno dei suggerimenti più sensati che si possano dare, per tutti i bambini e per i bambini con DSA in particolare.

Dislessia e difficoltà specifiche nella lingua straniera

I disturbi dell’apprendimento normalmente si evidenziano con una serie di sintomi, che possono presentarsi in forma più o meno severa:

•    I DSA possono essere più lenti nel lavorare
•    I DSA possono avere difficoltà nel cambiare velocemente attività e rispondere alle domande a bruciapelo
•    I DSA possono necessitare più aiuto da parte di un tutor per trovare strategie e metodo di studio
•    I DSA possono avere dei problemi legati alla comprensione orale della lingua, se le condizioni non sono ottime (nessuna confusione, pronuncia chiara)

Queste difficoltà riguardano anche la lingua natia, dove però grazie alla full immersion (ogni giorno sentono e interagiscono nella loro lingua natale) spesso le difficoltà vengono compensate. Invece queste difficoltà emergono prepotentemente nello studio della lingua straniera, ove la pratica non è sufficiente per interiorizzare ed automatizzare il linguaggio.

In particolare, nello studio della lingua, alcuni DSA possono accusare le seguenti difficoltà:

•    Difficoltà nell’acquisire i suoni della lingua seconda (riproduzione)
•    Difficoltà nell’individuare prefissi, suffissi, famiglie di parole
•    Difficoltà nell’individuare e applicare le regole grammaticali
•    Difficoltà nella comprensione all’ascolto
•    Difficoltà nel riconoscere la forma scritta di una parola pronunciata, e viceversa.

Insegnamento dell'inglese ai dislessici con il metodo comunicativo


Il metodo comunicativo ci insegna che l’alunno “ideale” normalmente impara in modo più efficace con un approccio induttivo, ovvero tramite la pratica guidata e senza esplicita declinazione delle regole grammaticali, che vengono intuite e generalizzate dall'alunno stesso (seguendo il Natural Approach).

Tuttavia, questo tipo d approccio, senza una strutturazione ad hoc, è destinato a fallire con gli alunni con DSA: i bambini con DSA  hanno necessità di una guida esplicita e consapevole per interiorizzare le strategie per leggere l’inglese e comprendere le regole di formazione delle frasi.

Tuttavia, c’è un principio del metodo comunicativo che dovrebbe essere sempre tenuto presente e applicato: l’importanza di creare un ambiente didattico rilassato e nel quale il bambino si senta non giudicato, e possa mantenere abbassati i “filtri affettivi”.

Insegnare inglese ai bambini dislessici: metodologia e formazione


Open Minds si occupa da anni di insegnamento dell'inglese a studenti con dislessia, al punto che il nostro corso di formazione per docenti "Insegnare inglese ai dislessici "è riconosciuto dal MIUR.

 Gli studi dimostrano che la didattica per insegnare l’inglese ai DSA deve essere:

•    Multisensoriale
•    Strutturata
•    Metacognitiva

L'insegnante deve essere in grado di analizzare le difficoltà specifiche dell'alunno e di impostare giochi e attività che lo stimolino, ma siano alla sua portata, alzando gradualmente l'asticella. La chiave è la relazione tra insegnante è bambino: se il bambino amerà l'insegnante e si sentirà apprezzato, sarà disposto a fare lo sforzo richiesto.

Didattica Multisensoriale: significa che l'insegnante deve sapere capire quale è lo stile di apprendimento del bambino. E' Visivo? Tende a ricordare indicazioni date con i colori e le mappe mentali? E' uditivo? Dimostra di sapere ricordare una filastrocca , può essere un aiuto utilizzare il ritmo, le rime e la musica per insegnarli le nuove parole? E' inestetico, ha biosgno di muoversi molto e dimostra di ripetere spontaneamente sequenze con l'aiuto dei gesti?

Didattica Strutturata: i bambini con DSA necessitano di insegnamneto esplicito. I legami tra i concetti devono essere spiegati. Sono molto intuitivi su alcune cose, tuttavia l'insegnante che lavora con i DSA deve sapere che la didattica deve avere una forte strutturazione logica.

Didattica metacognitiva: coinvolgere intellettualmente ed emotivamente il bambino è fondamentale. L'insegnante deve fare notare al bambino i suoi progressi e le sue difficoltà, dare dei traguardi espliciti e saperli condividere con lui in modo motivante. Cercare di riflettere con il bambino sula modalità in cui effettivamente impara, cosa gli piace, cosa funziona.

Ripetizioni in Inglese

Organizziamo lezioni private per sostegno scolastico (ripetizioni) per bambini e ragazzi di tutte le scuole, italiane ed internazionali, incluso International Baccalaureat (IB).

I nostri insegnanti di madrelingua possono seguire nei corsi di inglese per bambini, anche in qualità di aiuto compiti, piccoli studenti di ogni età, insegnando grammatica, conversazione o letteratura.

La nostra scuola di inglese a domicilio garantisce la versatilità della lezione privata e al tempo stesso dà le garanzie di qualità che solo una scuola di inglese consolidata può offrire alla propria clientela: 

  • selezione del personale tra molti candidati
  • training iniziale e formazione continua
  • monitoraggio della qualità
  • assistenza durante l'anno per ogni problematica o esigenza sia didattica che organizzativa

Ripetizioni di inglese per bambini e ragazzi dislessici

Seguiamo in modo qualificato anche gli studenti per il recupero dei contenuti scolastici, al fine di recuperare le lacune, fare insieme i compiti e preparare le verifiche.

Sono anni che lavoriamo gomito a gomito con specialisti del settore riabilitazione per individuare strategie adeguate anche a studenti con disturbi di apprendimento. La formazione dei nostri docenti include un accurato assessing dei bisogni educativi: se ci sono specifiche difficoltà cerchiamo di capire caso per caso come è meglio intervenire.

Oltre ad accortezze tecniche, tuttavia, a nostro avviso ha importanza anche agire sulla motivazione: molti bambini e ragazzi sono sfiduciati, non credono che l'inglese sia "per loro". Offfrire lezioni accessibili e un atteggiamento accogliente è molto importante.

Contattaci per saperne di più sulla nostra maniera di operare!

ripetizioni in inglese

Riteniamo che questo approccio, non solo finalizzato ai compiti in classe, ma alla conoscenza viva e diretta della lingua, sia più produttivo, soprattutto sul lungo termine. La nostra ferma convinzione è che tutti imparerebbero realmente l’inglese se l’inglese fosse presentato per ciò che è, ovvero una lingua, con scopi in primo luogo comunicativi ed espressivi.

In tutte le lezioni cerchiamo di trovare il modo di veicolare una spiegazione chiara della grammatica e una verifica tramite esercizi.

RIPETIZIONI DI INGLESE PER LA SCUOLA SUPERIORE

Disponiamo di docenti di madrelingua inglese che hanno fatto le superiori in Italia e sono pertanto in grado di aiutare tuo figlio nel recupero dell'inglese (letteratura o grammatica) nelle scuole secondarie: Liceo, Istituti Tecnici e Professionali.

Sono in grado di spiegarti la grammatica, interrogarti in letteratura, correggerti gli esercizi e preparati ai compiti in classe scritti e orali.

RIPETIZIONI DI INGLESE PER LA SCUOLA MEDIA

Siamo  in grado di offrire agli studenti delle medie con problematiche di apprendimento lezioni con insegnanti bilingui, che hanno fatto scuola in Italia.

Saranno in grado sia di introdurli alla conversazione in inglese, che insegnare la grammatica.

L'approccio si basa sul metodo comunicativo, ma i docenti sono in grado di affrontare anche argomenti grammaticali avvicinandosi a quanto richiesto dalle scuole (sia a livello di metodica che di contenuti), aiutando nel recupero scolastico e stimolando i ragazzi nel recupero degli argomenti e nella preparazione dei compiti in classe scritti e orali.

RIPETIZIONI  DI INGLESE PER LA SCUOLA PRIMARIA

Disponiamo di docenti bilingui, in grado di seguire i bambini della scuola primaria che necessitino di un sostegno specifico per la lingua inglese. Sono in grado di insegnare l'inglese sia con il metodo comunicativo che con un metodo più strutturato e tradizionale. 

 

RIPETIZIONI DI INGLESE PER RAGAZZI DELLE SCUOLE INTERNAZIONALI

Abbiamo una vasta esperieza in lezionindi sostegno per i bambini e ragazzi iscritti alle scuole internazionali (inglese, americana, parificata bilingue, IB). Conosciamo di prima mano i programmi e le metodologie didattiche applicate e possiamo offrire un sostegno qualificato.

 


Condividi:

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.