Cooperative Learning a scuola

Oggi "Cooperative learning" è una formula che oggi si sente spesso usare: ma in pratica cosa vuole dire? Che cosa è il "cooperative learning"?

"Apprendimento cooperativo" non va confuso con il semplice "lavorare per gruppi", anche se è ovvio che la formula implica necessariamente l'organizzazione di gruppi all'interno della classe.  Ma è molto di più di questo.

Filosoficamente, il co-operative learning in effetti è lo stravolgimento e superamento della lezione frontale e della gerarchi insegnante-alunni come è tradizionalmente intesa.

Assumere il cooperative learning come modello, anche solo per una parte delle ore di lezioni, significa riconoscere agli alunni intelligenza e capacità critica sufficiente per manipolare e creare i concetti, non solo apprenderli passivamente.

Significa concedere loro il compito di guidare il proprio apprendimento, orientadosi tra i materiali e aiutandosi con i propri compagni. L'insegnante diventa un facilitato dell'apprendimento e un supervisore delle attività: questo ruolo è diverso da quello di depositario di nozioni uniche da insegnare e ripetere nel modo più fedele possibile.

Sicuramente, accettare il cooperative learning è una grande e complessa sfida per la classe e per i docenti, tuttavia i vantaggi che porta sono molteplici:

  • motivazione degli alunni
  • capacità critiche
  • originalità e creatività
  • occasioni di autocorrezione
  • capacità sociali
  • adattabilità, in modo da differenziare il compito in relazione all'aerea di sviluppo prossimale di ogni alunno

Le scuole che accettano questa ​sfida possono offrire alla propria utenza una innovazione oggi fortemente sentita come necessaria.

Il mondo di domani non richiede esecutori, ma ideatori, in grado di gestire i processi del proprio apprendimento continuo, di lavorare in squadra e di trovare soluzioni in modo autonomo dalla guida....il cooperative learning è esattamente l'approccio che permette di educare precocemente le persone a ciò che necessitano per un futuro di studio e lavoro all'insegna della responsabilità individuale e collettiva.

Ovviamente perché questa modalità sia implementata con successo, è necessario formare gli insegnanti, creare e selezionare i materiali adatti, creare per i bambini occasioni nelle quali possano sviluppare capacità di lavoro collettivo (teambuilding, soft skills) e gradualmente imparare tecniche e approcci del tutoring e controllo delle informazioni.

Open Minds è in grado di offrire alle scuole:

  • formazione docenti sulle metodologie attive
  • redazione progetti CLIL in chiave "co-operative" (lingua inglese)

Siete pertanto nel posto giusto se desiderate rinnovare l'offerta formativa della vostra scuola, puntando su un modo nuovo e interessante di fare leizone che comprende

  • La classe capovolta
  • Il compito autentico
  • La didattica esperienziale
  • La didattica inclusiva e basata sul "fare"

Contattateci per informazioni​!


Condividi:

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.