Compito di realtà a scuola

ATTIVITA’ “THEME BASED” E “TASK BASED”

Quando si parla di CLIL si pensa alle materie scolastiche, tuttavia le attività possono essere incentrate anche su altri argomenti, senza che si perda affatto la loro efficacia e il rigore metodologico.

CLIL vuole dire integrare il contenuto con lo studio della lingua: tra i contenuti ci possono essere i temi più disparati, provenienti dai più disparati settori. Ciò che fa il CLIL è l’approccio non frontale ma laboratoriale, l’utilizzo di strategie comunicative per illustrare il linguaggio specifico della materia e quello di general English necessario per comprendere, ricercare e assemblare il materiale in lingua inglese, nonché altri accorgimenti che si sposano alla perfezione con l’approccio “CLIL” come lo scaffolding, ovvero la strutturazione didattica rigorosa che permette agli studenti una autonomia dall’insegnante maggiore rispetto alla lezione tradizionale, il ruolo “produttivo” dello studente, a cui è richiesto di  selezionare e assemblare informazioni ulteriori rispetto a quelle fornite dal docente e dal testo analizzato, la didattica personalizzata tramite la suddivisione del gruppo classe in gruppi di apprendimento cooperativo.

Queste caratteristiche possono essere tranquillamente organizzate su argomenti di cultura e società, inerenti al mondo dello spettacolo, della televisione, del costume…anche a scelta della classe, per massimizzare la motivazione dei bambini. 

Normalmente a scuola, si preferisce dedicare le ore ad argomenti rettamente scolastici, ma nei laboratori pomeridiani di inglese, nei summer camps e nelle vacanze studio, tendiamo ad insegnare l’inglese proprio attraverso attività “theme based”, ovvero il lesson plan gira attorno ad un “tema” concreto.

Ecco alcuni esempi.

ATTIVITA’ THEME-BASED: GLI SPORTS

clil scienze 1Questo progetto CLIL è stato realizzato dai bambini di quinta elementare, durante il laboratorio pomeridiano in inglese. La prima fase del progetto è stata focalizzata sull’introduzione del lessico generale relativo allo sport. Abbiamo inoltre lavorato su alcuni principali verbi modali (can/can’t/must/mustn’t) che sarebbero poi stati funzionali a spiegare le regole degli sport.

Durante la seconda fase, I bambini sono stati divisi in gruppi di 3-4 persone e hanno scelto uno sport che li appassiona.  Hanno poi realizzato i vari oggetti/attrezzi/spazi relativi al loro sport, inserendoli nel contesto di un centro sportivo con piscina, ticket office e punto di ristoro. Un gruppo si è focalizzato sulla barca a vela, realizzando il mare, la barca, la vela, i remi. Un altro gruppo si è focalizzato sul badminton, realizzando la racchetta, la palla da volano, il campo. Altri ancora sul calcio, realizzando un campo un po’ alternativo.

Durante la terza fase i bambini hanno realizzato la presentazione del loro progetto, cercando materiali a casa o in aula informatica riguardanti le regole e la storia del loro sport, in cui hanno potuto riutilizzare il lessico precedentemente introdotto e praticare la struttura grammaticale dei verbi modali. Hanno inoltre spiegato e mostrato la funzione delle varie attrezzature da loro realizzate. Infine hanno esposto il loro lavoro davanti alla classe. 

clil scienze 2 clil scienze 3

 

clil scienze 4 clil scienze 5

 

Attività Theme based: Costruiamo un hotel

clil scienze 6Questo progetto CLIL è stato realizzato durante un summer camp dei bambini delle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria.

Il tema si è adattato bene al periodo di “vacanza” del campo estivo e ha permesso ai bambini di pregustare entusiasticamente le loro vacanze. 

La prima fase è stata dedicata all’apprendimento e al ripasso/consolidamento del lessico relativo alle vacanze, focalizzandosi sui tipi di accomodation e il mobilio di queste ultime, le attività, gli sport, il tempo atmosferico, l’abbigliamento. 

I bambini poi, divisi in gruppi di 3-4 persone hanno immaginato e costruito in 3d il loro hotel/resort ideale. Ognuno ha rivestito un compito specifico, curando i diversi aspetti della loro opera: lo chef a capo del ristorante, l’architetto responsabile del modello, il designer incaricato di disegnare il mobilio e il direttore dell’hotel alle prese con budget, logo, pubblicità e immagine del suo hotel.

La creatività non ha di certo deluso e sono stati realizzate le “opere” più originali e varie, a partire da un hotel a forma di pesce a resort super lussuosi e accessoriati. 

L’ultimo giorno del camp i bambini hanno presentato il loro hotel, ognuno esponendo la parte di loro pertinenza: lo chef ha quindi illustrato il suo menù invitando i presenti a sedersi al suo ristorante, il designer e l’architetto hanno presentato i comfort e le caratteristiche uniche del loro hotel e il direttore ha convinto il pubblico con offerte e spot pubblicitari davvero irresistibili!

clil scienze 7 clil scienze 8

clil scienze 9 clil scienze 10


Condividi:

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.