Blog

Insegnare inglese ai bambini di 5 anni

Gioco in inglese per bambini

CORSI DI INGLESE PER BAMBINI DI 5 ANNI
insegnare inglese ai bambini

I bambini di 5 anni sono normalmente pronti per un insegnamento che coniughi il gioco pure ad attività leggermente più strutturate.
Cominciano a dimostrare curiosità linguistiche abbastanza sofisticate ("perché si dice così?) e a desiderare di mostrare quanto hanno imparato per compiacere i genitori.

Noi ogni anno seguiamo molti bambini di 5 anni, sia in lezioni di inglese a casa che negli asili.

C’è naturalmente una grossa variabilità tra i singoli bambini: alcuni sono riflessivi e prediligono attività che ricordano quelle scolastiche, al tavolino (modellare, colorare, ritagliare, ma anche canzoni, giochi di ruolo o attività che implichino il maneggiamento delle prime letterine) altri invece hanno ancora un naturale ed irrefrenabile desiderio di attività fisiche e corporee.

E’ indispensabile che l’insegnante riconosca le necessità del bambino a cui sta insegnando e sappia che il bambino che dimostra bisogno di giochi fisici deve essere assecondato, creando attività in piedi che possano riuscire gratificanti
e non inutilmente costrittive.

Quindi la prima regola che raccomandiamo a tutti i nostri insegnanti per bambini è capire quali attività sono adatte per il singolo bambino che abbiamo davanti.

Il range di attività consigliabili in una lezione in gioco in inglese è del resto estremamente vasto:

•    Canzoni mimate

•    Giochi teatrali

•    Giochi da tavolo (carte, domino, memory etc)

•    Giochi di ruolo

•    Giochi in piedi (strega comanda colore, bandiera, what’s the time mister wolf…)

•    Attività creative manuali

•    Lettura condivisa

Normalmente, si preferisce strutturare la lezione in modo che vengano alternate attività più rilassanti ad attività più stimolanti. E’ molto importante partire sempre con il ripasso, facendo in modo che siano i bambini stessi, attraverso un gioco, a richiamare quanto si è fatto nelle lezioni precedenti.

Dopo il ripasso, si passa ad una parte più attiva della lezione, con la proposizione di nuovo materiale. Il nuovo materiale viene presentato in modo divertente, con l’ausilio di materiali visivi come libri illustrati e flashcards.

Poi, si passa a giocare, coinvolgendo sempre sia il veccchio materiale che il nuovo.

E’ molto importante fare in modo che i bambini creino delle associazioni tra ciò che già sanno e ciò che stanno
imparando, perché la memoria funziona come una catena, per associazioni,

Naturalmente non tutti i bambini impareranno tutte le parole, ma è importante che il gioco coinvolga tutti in modo divertente. Per finire, si conclude la lezione con un momento di rilassamento ed un commiato. La regolarità della
lezione, prevedibilmente suddivisa in momenti di breve durata, aiuta tutti i bambini, anche quelli con una attenzione più labile, a restare concentrati

Leggi anche:

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.