Blog

Insegnare i colori in inglese

Giochi per imparare i colori

I colori in inglese sono veramente le basi: credo che sia la prima lezione di inglese dopo quella sui saluti e presentazioni che ognuno di noi abbia fatto, quando era ancora all'asilo.

Qui proponiamo alcune idee per rendere divertente l'apprendimento dei colori: in generale sono attività che possono essere adattate anche ad altri contesti e topics, e possono essere adatte sia nelle lezioni a casa che nei corsi scolastici.

Buona lettura!

Come abbiamo visto in un altro articolo sull'insegnamento dei colori, una cosa che consigliamo è sempre associare il colore con un oggetto, in modo che i bambini non imparino (per esempio) RED, bensì RED APPLE.

Ciò perché in questo modo la loro memoria funziona meglio, inoltre ci dà l'opportunità di creare un aggancio non solo per l'aggettivo ma anche per il sostantivo. I bambini impareranno e ricorderanno di più., e avranno modo di imparare implicitamente (e quindi molto più efficacemente) anche una importante regola grammaticale , ovvero che l 'aggettivo in inglese precede il nome

Se cominciate con i bambini piccoli a insegnare "RED APPLE" anziché RED e basta, quando i bambini saranno grandi non avrete mai bisogno di dire che l'aggettivo va prima del nome perchè questo collegamento lo avranno fatto da soli, e non si confonderanno mai su questa regola.

Gioco per insegnare i colori TOUCH THE CIRCLE

Questo gioco si può fare in palestra, o in classe se spostate i banchi: i bambini devono potersi muovere. Per materiale, basta avere un po' di cartoncino colorato, da cui ricavate cerchi di colori diversi. Spargete per terra i cerchi colorati.

Il gioco è semplicissimo: basta che l'insegnante (e poi i bambini, a turno) "comandino" il colore:

"Touch the Yellow circle!" Touch the green circle!". I bambini devono andare vicino al cerchio per terra e toccarlo. Se i bambini sono ant fate tanti cerchi, in modo da evitare la ressa. Potete anche attaccare i cerchi con lo scotch alle pareti.  E' un buon esercizio per fare warm up!

"COLOUR STAND UP AND JUMP"

Si può cominciare ascoltando una canzoncina interattiva sui colori, come ad esempio questa:

 I bambini sono sono tutti seduti per terra, ad ognuno di essi si dà in mano un cartoncino di colore diverso. Il gioco vuole allenare l'ascolto: i bambini devono capire ascoltando la canzone : lo troveranno  ben più difficile rispetto all'ascoltare l'insegnante, perchè non avranno l'aiuto della mimica e dei gesti.

Quando i bambini sentono il colore che hanno in mano devono alzarsi e saltare: per esempio, quando sentono "I see something YELLOW", i bambini che hanno in mano il cartoncino giallo si alzano e saltano.

Per le scuole primarie, può diventare una attività basata sule SIGHT words (ovvero le parole ad alta frequenza, utili per iniziare la lettura in inglese e molto utili se si hanno bambini con dislessia in classe), se, anziché dare loro un cartoncino colorato, si dà un semplice biglietto con su scritto YELLOW. In questo modo i bambini memorizzano la forma scritta del colore.

Questa canzone ha due varianti, con due diverse serie di colori. Ecco la seconda variante.

Ovviamente una altra attività (la prima a cui si pensa di solito) adatta a questa canzone è Strega comanda colore.

 

Colori primari e colori secondari

Una delle cose più belle da fare con i bambini è mostrare come, mischiando s colori primari, possiamo arrivare ai colori secondari.

Ci sono varie maniere per farlo:

  • usando i lucidi colorati
  • usando le tempere e gli acquerelli
  • usando (la nostra preferita) le glasse e i coloranti alimentari.

Qui vi raccontiamo questa attività che abbiamo fatto in seconda elementare (attività CLIL).

Abbiamo chiesto ai bambini di comprare delle buste di preparato per glassa, anche se in realtà avremmo potuto usare anche del semplice zucchero a vela da mischiare con acqua. ma desideravamo avere un buon risultato, compatto e denso.

Abbiamo chiesto coloranti alimentari liquidi di colori primari giallo rosso e blu.

Abbiamo portato a scuola un pacco di biscotti piatti e rotondi.

E, dopo esserci accuratamente lavate le mani e avendo ricoperti i banchi con delle tovaglie di plastica, abbiamo glassato i biscotti.

la glassa era già pronta, è bastato mescolarla: era di colore bianco. Prima abbiamo creato le glasse gialle, blu e rosse, usando i coloranti alimentari.

Poi abbiamo cominciato a mischiare, e compreso che per fare la glassa verde dovevamo mischiare glassa blu con glassa gialla, ad esempio.

Alla fine abbiamo decorato i biscotti. Abbiamo fatto un vassoio di biscotti colorati di colori primari e uno di colori secondari:-)

Compiti a casa

 E' una gioia dare i compiti a casa alle volte, perchè sarete certi che tutti li faranno volentieri...come? Dando da fare non esercizi, ma esperienze! Ecco ad esempio un suggerimento per praticare i colori e il colour mixing.I bambini possono farlo con le mamme e si divertiranno tantissimo!

 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.