Blog

Insegnare il calendario in inglese ai bambini

Come insegnare i nomi dei mesi ai bambini?

In questo articolo cerchiamo di dare alcune idee su come possano essere efficacemente insegnati i mesi dell'anno.

Abbiamo già affrontato il tempo in diversi articoli, che vi ricordo qui:

Per insegnare i mesi dell'anno si può cominciare come sempre con una canzone, ad esempio questa:

E' una canzone molto semplice, ma ha il grosso vantaggio che è veramente facile da ricordare e orecchiabile. La semplicità paga!

La seconda attività che si può fare con la musica è questa: c'è questa canzone fatta apposta che invita i bambini a sentire il nome dei mesi e applaudire quando sentono il nome del proprio mese di nascita.

 

Io credo che l'attività proposta sia veramente ottima, ed in linea con tutti i suggerimenti che abbiamo dato per allenare i bambini all'ascolto. Sfidandoli ad ascoltare e segnalare con il battito di mani quando sentono il mese del loro compleanno, si ha il vantaggio che faranno grande attenzione a tutte le parole (staranno tentando di scannerizzare il testo con l'orecchio) e parteciperanno piacevolmente alla lezione.

La sfida è abbastanza facile per coinvolgere tutta la classe. Sono certa che impareraranno i nomi di tutti i mesi.

Una maniera per insegnare i mesi dell'anno è anche quella di creare cartelloni ad-hoc.

  • creare una chart dei mesi, indicando appunto i compleanni dei bambini (quindi un grande cartellone con una tabella con i nomi dei bambini associati al mese di nascita)
  • creare una chart dei mesi , indicando le stagioni e le feste (quindi disegnando una tabella che divida l'anno in stagioni e mesi e indichi le feste - Pasqua, Natale, Festa della Mamma...)

Una delle cose più difficili quando si insegnano liste (la lista dei mesi è una lista ordinata, nel senso che è fondamentale l'ordine dei mesi nell'anno) è fare memorizzare ai bambini la sequenza corretta dei nomi dei mesi.

Memorizzazione dei mesi in sequenza

Se per i vostri bambini è difficile, provate ad utilizzare la le mnemotecniche associative

Qui proponiamo una tecnica  che , utilizzando la memoria narrativa e visiva, unisce i vari item da ricordare in una catena.

L'ordine della catena è dato da una storia che piano piano costruirete: gli item da ricordare sono ancorati a parole che compaiono in un dato ordine nella logica della storia.

Si tratta in questo caso di costruire una storia che leghi in ordine i nomi dei mesi. Potete iniziare con 3-5 per volta, e poi piano pano allargherete la storia, arrivando a tutti e 12 i mesi.

Vi faccio un esempio.

JANUARY = Janet (dal punto di vista visivo, January ci ricorda il nome Janet. Costruiamo un personaggio femminile di nome Janet)

FEBRUARY = FEVER. A me ricorda la febbre (fever, in english). Quindi per ricordare la sequenza January-February si può ricordare la frase: Janet has the fever.

Dovremo poi aggiungere March.

A me, ad esempio, March ricorda la marcia (in inglese marciare si dice "to march")

Ecco che la nostra storia prosegue: Janet has the fever. She is marching....(JANet has the FEver. She is MARCHing...)

Ok, ora dobbiamo aggiungere APRIL. Ognuno di noi è fatto in modo diverso, io al suono APRIL associo facilmente non una parola, ma 2: A PRINCE.

Potremmo quindi proseguire così:

Janet (January) has the fever (February). She is marching(march) and meets A PRINCE (april).

Capito come funziona?

I bambini mano a mano che costruiscono la storia possono illustrarla per ricordarla.

Non ci sono parole giuste o sbagliate, la logica della cosa sta proprio nel fatto che sono i bambini a costruire le associazioni e la storia.

Tenete conto che questa tecnica funziona bene per i bambini uditivi perchè le associazioni sono basate sul suono delle parole. Invece, per i bambini visivi le associazioni dovranno essere fatte di più sulla base di flashcard e immagini (probabilmente per loro il video è di effetto più efficace).

E voi, come insegnate i mesi dell'anno?

Venite a raccontarcelo sul gruppo FB dedicato agli insegnanti!

Se volete usare le nostre risorse, ci fa piacere! Condividete l'articolo se lo avete trovato utile, mi raccomando se utilizzate i nostri materiali ricorda di citare la fonte!

E continuate a seguire i nostri Corsi di inglese!

 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.