Blog

Compiti di inglese per le vacanze

Cosa lasciare per le vacanze di Natale: idee alternative

Qualche giorno fa in una discussione tra insegnanti su FB ho visto questa domanda, molto interessante e dibattuta: quali compiti lasciare per Natale ai bambini?

Se sono vacanze, peraltro non così lunghe come quelle estive, è giusto che le feste siano passate serenamente con i genitori. Quindi niente compiti.

però, un po' di esercizio quotidiano è sano, evita di dimenticare tanto durante le feste e fare fatica in ripresa.

Premetto che io non sono affatto contro i compiti in linea di principio.Una quantità proporzionata di compiti, in base all'età e allae caratteristiche individuali (se fosse possibile) è giusta e fa bene. Io credo che lo studio individuale sia quello che negli anni ci insegna a formarci una idea personale sulle cose, e (oggi, non allora sicuramente) ringrazio la scuola che me ne ha chiesto tanto.

Tuttavia, le primarie non sono il liceo.

Parto dalla convinzione che l'inglese è una lingua: si parla, non si studia. Si ascolta, non si memorizza. Sì vive, non si memorizza sui libri. Lo studio della grammatica, la pratica con gli esercizi è indispensabile per affinare la correttezza dell'inglese come L2, ma estremamente arbitrario se non supportato da una conoscenza viva e diretta della lingua orale e viva.

Quindi, credo che le vacanze siano un ottimo momento per fare ciò che si fa raramente, in inglese. Qualche idea per compiti un pochino diveersi dal solito libro o schede:

  • 5 episodi di un cartone animato che si trova su You Tube. A seconda dell'età potete spaziare da Meg and Mog (facilissimo), a Peppa Pig o Ben and Holly's Little Kingdom (un po' meno facile), o Charlie and Lola oppure Milly and Molly. Se avete una classe di bravi osate pure con Horrid Henry, lo adoreranno (va bene anche alle medie). Quale è il minimo comune debnominatore di tutti questi cartoni? Che sono brevi. Non possiamo stancare l'attenzione dei bambini con un lungo cartone di un'ora, o storie complicate di cui perdono il filo. Tutti questi cartoni propongono puntate da 5, 10, 15, massimo 20 minuti, con vicende facili.

 

 

 

  • Cantare una canzone di Natale con mamma e papà: ci sarà qualche famiglia canterina? Speriamo di sì, se uno dei compiti puo' essere un karaoke famigliare. Qualche video:



Una altra idea è che siano proprio i genitori a fare la proposta di canzone. Il compito è cantarla tutti insieme! Se proprio avete famiglie collaborative, potete chiedere di registrarsi sull'audio del cellulare. E' una cosa bella e divertente: cantare insieme a Natale!

  • Cercare parole e frasi in inglese su riviste, cataloghi e pubblicità: ritagliare e portare a scuola i ritagli! Questa idea la esprimeva una maestra, e mi è piaciuta tantissimo. Siamo circondati da parole in inglese, concentriamoci su di essere. Con l'aiuto dei genitori (o di google) possiamo anche sentire la loro pronuncia!
  •  Audiobook in inglese: lo sapevate che si trovano anche su youtube, tipo questo? Se sanno leggere e scrivere, perchè non abituarli?

 

 

  • Scrivere in inglese il loro menu di Natale, ovviamente illustrandolo e facendosi aiutare dai genitori (o da Google) con la pronuncia dei nomi dei piatti che hanno provato!
  •  Video games in inglese: ci sono decine di giochi, tipo questo (che sarà una sfida anche per i genitori)
  •  Oppure questo, per grandi e piccoli.
  • E perchè non creare un mazzo di flashcards? Se ogni bimbo crea due coppie di flashcards (con disegno e scritta), a gennaio avremo un mazzo intero per giocare!

Ecco sono solo alcune idee: ciò che secondo noi è davvero utile è fare in modo che i bimbi si divertano con l'inglese e lo sentano....con le proprie orecchie! E voi, che compiti pensavate di dare? ​

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.