Blog

Perchè i corsi di inglese on-line non funzioneranno mai!

15/10/2017

Che differenza c'è tra lezione "di persona" e lezione registrata?

In questi anni sono moltiplicati e continuano a moltiplicarsi corsi on-line di inglese. I costo sono ovviamente bassi, più competitivi dei corsi "in presenza". La flessibilità che possono garantire è massima, anche perchè almeno parte del corso è costituita da lezioni pre-registrate , che possono essere riprodotte e fruite anche di notte dallo schermo del proprio pc o tablet.

Sembrano essere la soluzione di tutti i problemi, e io so bene che spostare le persone (docenti, come nel caso dei nostri corsi di inglese a domicilio, oppure studenti, come nel caso delle scuole di inglese tradizionali) comporta sempre costi e alle volte problematiche organizzative...eppure, andando in parte contro-corrente, io non credo ai corsi di inglese on-line.

Una delle motivazioni sta sicuramente nel fatto che io uso la tecnologia, ma non essendo un nativo digitale preferisco ancora "il metodo analogico".

Però, le altre motivazioni sono di ordine più universale e concreto: di seguito provo ad elencare i cinque motivi per cui le lingue si devono necessariamente imparare in modo "UMANO"

Insegnare ed imparare sono atti affettivi

Questa è la prima e la pià valida di tutte le motivazioni. Non escludo che si possano instaurare relazioni anche attraverso uno schermo, ma di norma noi preferiamo instaurare relazioni con persone che ci appaiono davanti in carne ed ossa. Comunichiamo infatti non solo con la voce, ma anche con il corpo (distanza, postura, apertura, mimica).

Imparare qualcosa, soprattutto nelle sue prime fasi (quando si richiede molta fatica e risultati sono ancora appena visibili), richiede un investimento di fatica che il legame emotivo alunno-insegnante può rendere assai più efficace. Tutti sappiamo che abbiamo imparato meglio le cose insegnate da docenti con cui "volevamo fare bella figura", "che ci tenevano", che "ci ispiravano", con cui abbiamo costruito un legame (formale, ma affettivo). Ecco, costruire legami è più facile di persona, non credete?

Specchiarsi nell'insegnante: i neuroni-specchio

Al di là del gioco di parole, è vero che quando noi ripetiamo una parola pronunciata dell'insegnante stiamo attivando diverse strutture neurologiche e sensoriali. Per ripetere una parola correttamente, non basta ascoltarne il suono. Noi, per riprodurre una articolazione, guardiamo tanto quanto ascoltiamo. Tramite i neuroni a specchio, osservando come l'insegnante muove la bocca ed articola, il nostro cervello di fa una mappa dei movimenti necessari per ripetere l'articolazione di quella parola.

In tutti i nostri apprendimenti, in altre parole, usiamo in modo integrato udito e vista. 

Quando le mamme parlano ai loro bambini, tendono istintivamente ad "iper-articolare" le parole: ci avete mai fatto caso? rallentano, sollevano le sopracciglia, esagerano i movimenti della bocca. Tutto è utile, per consentire al bimbo piccolo di catturare i movimenti.

Un bravo insegnante, se ha studenti principianti, istintivamente iper-articola, esattamente per il medesimo motivo.

 Abbiamo molta più probabilità di imparare la pronuncia corretta con un docente a nostra disposizione piuttosto che mille registrazioni di suoni. Poche persone, a meno che non siano già molto allenate, riescono a riprodurre le pronunce registrate da un vocabolario on-line con la parola registrata (per quanto sia un servizio oggettivamente molto utile).

Attenzione all'attenzione

Riusciamo a tenere l'attenzione per molto più tempo durante una interazione "umana" rispetto ad una interazione mediata da uno schermo.

I valori più bassi di attenzione li abbiamo con una lezione registrata. nessuno è in grado di accorgersi se siamo attenti o meno, la registrazione fa il suo corso e prosegue anche se noi stiamo pensando ad altro. Dopo poco, le parole dell'insegnante diventano il rumore di sottofondo che ci culla mentre sprofondiamo nel nostro sonnellino cognitivo.

Meglio va con una lezione on-line, ma dove al di là dello schermo ci sia una persona  in carne ed ossa...almeno ha gli strumenti per interagire con noi e verificare che "ci siamo", eventualmente stimolarci con domande e rendersi conto se deve ripetere, cambiare registro, domandare un riscontro. Tuttavia, ricordate che nella migliore delle ipotesi vede solo la vostra testa e torso. Non ha modo di osservarvi globalmente.

Invece, l'insegnante che vi osserva a pochi metri da voi, ha una visuale completa della vostra figura e postura...se state scivolando sulla sedia se ne accorge subito (o almeno dovrebbe). Ha a disposizione molti più strumenti per interagire con voi: può alzarsi e muoversi, può chiedere a voi di muoversi, può toccarvi la spalla se necessario,  può farvi fare esercizi molto più diversificati per mantenere alta per lungo tempo la soglia di attenzione. 

L'audio forte e chiaro

Per quanto sofisticato sia il sistema audio del vostro tablet o pc, se state facendo lezione su skype le problematiche di suono e di linea sono in agguato. Ci potrebbero essere mille problemi, o anche soltanto quell'istante di rifrazione che però, dovendo ascoltare una lingua straniera che non padroneggiate, può fare la differenza tra la comprensione e la non comprensione.

Un docente in presenza parla a pochi metri da voi, può avvicinarsi se necessario, può proiettare la sua voce nella stanza come da skype non si può fare (considerate che alzando il volume l'audio si distorce, quindi un sistema audio imperfetto ha margini limitati di correzione).

Attivo o passivo

Questo forse è un problema di noi non-nativi digitali, ma io accosto la nozione di schermo ad un esercizio passivo, come se stessi guardando la televisione. Sono istintivamente più pronta, motivata be disposta ad imparare se il mio docente è fisicamente a pochi metri da me, in carne ed ossa. la disposizione è un fatto veramente cruciale nell'apprendimento, quindi quando vi approcciate ad un corso on-line considerate non solo gli indubbi vantaggi di comodità (quando vuoi, dove vuoi, per il tempo che puoi...altro rischio, chi può imparare bene ottimizzando una fermata di autobus?) e prezzo, ma mettete anche sul piatto l'efficacia del vostro apprendimento.

Cosa ne pensate?

 

 

 

 

 

 

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.