Blog

Cucinare per insegnare l'inglese

11/05/2017

Imparare l'inglese cucinando: un modo naturale per imparare

Insegnare l'inglese cucinando? Si può, e forse si deve!

Perchè mi è così cara questa idea?

Per una serie di motivi:

  • Perchè l'inglese e una lingua, e la lingua si usa per fare le cose normali e piacevoli. Cosa è più normale e piacevole di mangiare? Forse niente. Cucinare insieme è divertente ed istruttivo, è una delle cose nelle quali sicuramente vale la pena accompagnare i bambini. E allora perchè non utilizzare la spesa, la cucina, i gusti alimentari per veicolare la conoscenza della lingua?
  • Perchè mangiare e cucinare  ha un significato affettivo e di cura....e la maniera più efficace di veicolare la conoscenza della lingua è legarla a momenti densi di significanza affettiva. Questa è una cosa profonda ed ancestrale: i bambini piccoli prestano la massima attenzione alla comunicazione, verbale e non, quando si mangia. E' una ottima idea didattica legare il momento linguistico con la preparazione del cibo, le parole restaranno impresse e assumeranno una sfumatura di piacere e soddisfazione.
  • Perchè cucinare e manguare sono attività pratiche: tutto si tocca e si fa. E questo approccio cinestesico, questo "learning by doing" è assolutamente perfetto per veicolare la lingua. Imparare i termini tramite associazioni spontanee con oggetti toccati ed usati, tramite azioni mostrate e ripetute, è assai più efficace rispetto all'approccio traduttivo. Una attività concreta come la cucina è perfetta per insegnare l'inglese.
  • Perchè mangiare, cucinare, scegliere i cibi per un menù e combinarlo...è una cosa che interessa tutti! Tutti abbiamo questa esperienza, tutti abbiamo occasioni di rinforzo positivo, tutti possiamo dare il nostro contributo. Un cooking lab in inglese è uno strumento trasversale per insegnare la lingua dalla tenera età agli anni adulti, perchè se c'è una cosa che ci accumuna è proprio il bisogno, il desiderio ed il piacere del cibo.
  • Perchè è una esperienza culturale. Ogni popolo ha la sua cucina, i suoi gusti e le sue tradizioni e cucinare insieme è un modo naturale per confrontarsi ed avvicinarsi. Ognuno, se c'è apertura mentale, può portare ciò che è normale per sè e farlo conoscere agli altri. Arricchire il vocabolario e il proprio repertorio mentale va di pari passo.
  • Perchè è divertente! Impastare, mischiare, condire, abbinare, impiattare...ma anche annusare e assaggiare....ci riporta bambini! Basta vedere il successo dei programmi di cucina per comprendere quanto la dimensione piacevole dei momenti e dei gesti associatialla cucina sia pervasiva. E si tratta anche di esperienze sensoriali che è bene fare, perchè sono realmente utili nello sviluppo dei bambini.

 

Idee per insegnare inglese cucinando​

  • Perchè tramite il cibo si posono veicolare molti altri concetti (gli orari dei pasti, la piramide alimentare, le caratteristiche delle piante, i concetti igienici e culturali legati al cibo) e proporre progetti CLIL, compiti autentici (creazione di un menù, progettazione di un ristorante, decorazione di una tavola).
  • perchè si può inventare una miriade di modi per fare lezione in cucina, come ad esempio creare un video-tutorial, scrivere un libro di ricette o un blog di food, redigere il menu delle feste.... ma anche, usando la fantasia, trasformare la cucina in un laboratorio di chimica per piccoli esperimenti, creare una pozione magica, organizzare un picnic!

 

Tocca a voi!

 

Vi ho convinto?

Allora postate una ricetta in inglese (scrivete a claudia@open-minds.it oppure sul nostro gruppo FB), magari con il ostro video tutorial! Mi piacerebbe postare il vostro contributo nel blog!

Intanto che parliamo di questo, vi comunico anche che nel nostro bellissimo summer camp di Gambara avremo la cucina e ci divertiremo un mondo nel nostro cooking lab in inglese!!!

Contattateci per informazioni!

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.