Blog

Present Continuous vs Present Simple

Il progressivo o l'indicativo

 Ecco un articolo di Colum su un tema che ricorrre spesso nelle lezioni a scuola e a casaQuando si usa il presente indicativo? quando si usa il presente progressivo? Sembra facile, ma se si traduce letteralmente dal'inglese, si rischia di sbagliare e anche in modo molto buffo!

 Present continuous vs present simple in inglese

corsi inglese milanoUna delle prime grandi differenze nella grammatica inglese e quella italiana è l'uso del progressivo e dell’indicativo. In italiano è comune non fare troppe distinzioni tra "Dove vai?" e "Dove stai andando?". In inglese, invece, la distinzione è necessaria.

Esaminiamo la frase "Where do you go?" e "Where are you going?"

Se mi chiedessi dove sto andando usando la prima domanda (e se veramente volessi fare il cattivo e il pedante), risponderei:

"Quando? Per Natale ogni anno vado a trovare mia madre in Olanda. Per l'estate, invece, mia moglie di solito mi porta in qualche luogo all'estero. Per Pasqua rimaniamo in Italia ma andiamo a trovare i genitori di mia moglie".

Oppure in inglese:

"When? For Christmas I visit my mother in Holland every year. For the summer, my wife usually takes me somewhere abroad. For Easter we stay in Italy but we go visit my wife's parents".

Perchè se mi chiedi "Where do you go?", manca una informazione fondamentale: quando?

Invece "Where are you going?" è la domanda corretta per indicare quello che sta succedendo nel momento in cui stai parlando. In questo caso risponderei "I'm going to the bathroom. Is that a problem?".

Oppure ci sono domande che mi fanno ridere a volte. Ad esempio, immaginate che io stia mangiando un bel risotto. Arriva qualcuno e mi chiede: "What do you eat?" invece di “What are you eating?”.

Con questa domanda faccio un enorme respiro e inizio a elencare ogni cosa che mangio e dato che amo il cibo e mi trovo in un paese con la cucina migliore del mondo, sto lì a fare la mia lista finché la persona con cui sto parlando non mi manda a quel paese. Sì, sarebbe stato molto più facile chiedermi: "What don't you eat?". "Ah! I don't eat fish and peaches make my mouth itch". A proposito, itch significa prurito.

Il problema dell'uso corretto di queste due forme non sta nel fatto 
che non esiste una corrispondenza in italiano uguale, perché in realtà
esiste. Guardatela così:

Io sto mangiando=I am eating
vs
Io mangio = I eat.
Ovviamente mangio. Sono un essere umano e finora non ho mai incontrato un essere vivente che non avesse bisogno di mangiare.​

Cosa vuole dire What do you do? e come rispondere

Un classico è "What do you do?". Risposta corretta: devi parlare della tua occupazione. "I'm a teacher". Noterai che ho usato il verbo essere per indicare il titolo che ho, dovuto al lavoro che faccio. Per favore non dire "I do the teacher". Questa vuol dire che ti fai l'insegnante e non è per niente appropriato.

Altri esempi buffi sono "Do you listen?" quando sarebbe meglio chiedere "Are you listening?". La prima domanda insinua che l'interlocutore sia sordo. La seconda domanda chiede se l'interlocutore ti sta ascoltando mentre parli.


Avverbi con il present continuous

Generalmente si usano gli avverbi di frequenza con l'indicativo.

I sometimes go to work.

Do you ever go to the cinema?

I don't always leave the cap off the toothpaste.

Si può usare ALWAYS anche con il progressivo ma insinua che l'azione viene fatta così spesso che diventa quasi ridicolo e ha una connotazione negativa.

She is always screaming at me.

Why are you always telling me what to do?

In sostanza l'uso della forma -ing è fondamentale in inglese e la usiamo molto spesso, infatti spesso nei libri che usi per imparare l'inglese, il Present Continuous è la prima unità. Se riesci a percepire la sottigliezza nell'uso del Present Continuous, riuscirai anche usarlo con i verbi modali.

Cosa?!? Il progressivo insieme ai verbi modali? Sì sì!

 Present simple e present Continuous: usi importanti

 

corsi inglese milanoIl Present Simple si usa quando si indica un dato di fatto o quando parliamo dello stato di qualcosa. Esempio: c'è un’enorme catena di ristoranti fast food che usa in modo sbagliato il Present Continuous.

Dice “Lo sto amando”. Hai capito di quale catena si tratta? Amare o to love non è verbo che posso utilizzare con la forma -ing.

O sono una persona che ama o sono una persona che non ama, ma non posso amare come se fosse un'attività. I Jackson 5 cantano "Who's loving you?" ma credo che stiano parlando di due modi di amare un po’ diversi.  Il fatto che un ragazzino di 11 anni avesse la sensibilità nonché la conoscenza di cantare quelle parole con quel livello di espressione mi stupisce tutte le volte che la ascolto, ma grammaticalmente Michael Jackson aveva sbagliato.

La stessa cosa vale per alcuni verbi:

To know

To understand

To hate

To want

To have (quando vuol dire possedere) perché in inglese si può anche usare to have come in italiano si usa il verbo fare. Tipo “I'm having breakfast” o “I'm having a difficult time understanding the difference between the present continuous and the present simple”. In quel caso va bene usare la forma -ing.

A questo punto, tu mi dirai che si può dire "Lo sto conoscendo" perciò "I am knowing him" va benissimo. Ma in inglese bisogna usare un altro verbo che ti permette di esprimere lo stesso concetto ma senza usare knowing. E si fa così: I am getting to know him.

Noooooo....il get che si trova ovunque. Eh sì eh. Ma non ti preoccupare, ho scritto un articolo sull'uso di “get”. Non è così difficile in fondo. Bisogna solo iniziare a pensare un po' a come applicarlo.

Cose che è meglio non dire

Ci sono cose che potresti dire… che magari sarebbe meglio non dire.

I am having a brother (ricordati che in inglese si usa having anche per dire che stai mangiando o bevendo qualcosa)

Hmmm...di solito non mangio i miei fratelli. Si dice I have a brother per non sembrare un cannibale psicopatico.

Un piccolo trucco che voglio condividere, e in realtà non è nemmeno un trucco, ma una traduzione: in inglese i verbi essere e stare sono solamente espressi con to be. Perciò I am happy and I am sitting sono uguali, tranne per il fatto che la terza parola nella prima frase è un aggettivo e nella seconda è un gerundio. Quindi anche l’inversione di soggetto e verbo “to be” quando devi fare la domanda e l’inserimento del not quando la frase è negativa, sono eseguiti rigorosamente.

I am sleeping.

Am I sleeping?

I am not sleeping.

Non voglio sentirti dire:

Do you are sleeping?

I don't am sleeping.

In fine voglio arrivare a quando si può usare being. Questa parte non piacerà a nessuno perché non ha una corrispondenza letterale, infatti se cerchi di tradurlo viene fuori una cosa poco comprensibile.

She is being very kind to me today.

Ecco! Te l'avevo detto che non ti sarebbe piaciuto. Kind è un aggettivo e mi obbliga di usare il verbo to be. Logico, no? Nella frase, dicendo “She is being very kind to me today” sto dicendo che di solito lei non è mai carina con me e che oggi, per qualche motivo a me ignoto, si sta comportando in modo molto gentile.

Per dirlo in italiano, torniamo a usare il verbo fare.

Sta facendo la carina con me oggi.

Sto facendo il sarcastico in inglese diventa I am being sarcastic. Sarcastic è un aggettivo e richiede to be.

L’importante è capire bene che l’inglese non è per niente clemente su questa regola. Infatti, spesso non capisco proprio la domanda e non è perché voglio essere difficile. Mi pone dei grandi disagi perché rispondo in una maniera completamente inadatta alla domanda.

(continua a seguire i nostri corsi di inglese)

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti per monitorare la frequentazione del sito web e migliorare l'esperienza dell'utente sul sito.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Il proseguimento della navigazione implica un consenso all'utilizzo dei cookie. > leggi Cookie Policy.